3, in arrivo stangata per 4G LTE e "Ti ho cercato": come disattivare per non pagare

Un negozio 3
Un negozio 3 Jaqian (CC BY-SA 3.0), via Wikimedia Commons

Brutte notizie in arrivo (o già arrivate) per i clienti di 3 che, in attesa che si concretizzi la fusione con Wind anche dal punto di vista pratico e non solo finanziario, potrebbero trovarsi a fronteggiare un aumento delle tariffe per alcuni servizi. Stiamo parlando delle famigerate "rimodulazioni": vediamo nel dettaglio di cosa stiamo parlando.

SEGUICI SU FACEBOOK 

4G LTE

Come vi avevamo anticipato già l'anno scorso, gli utenti 3 si sono trovati a dover pagare il servizio 4G LTE, in precedenza gratuito e tornato ad essere a pagamento dalla scorsa estate per quasi tutti i clienti ad un costo di un euro al mese. Questa spiacevole novità diventerà una realtà dal 18 aprile anche per quei clienti che avevano attivato l'opzione 4G LTE con una promozione gratuita.

LEGGI ANCHE:  Wind Tre: cosa cambia per i piani tariffari, roaming, tempi di integrazione delle reti

Se non foste disposti a pagare un euro ulteriore rispetto alla vostra normale tariffa, è bene precisare che non è possibile evitare l'aumento limitandosi a disabilitare l'opzione "4G" dalle impostazioni del vostro smartphone. Ad ogni modo, ecco come disattivare il 4G 3è possibile procedere in modo molto semplice: se lo farete entro il 17 aprile eviterete anche di pagare il primo rinnovo. La disattivazione non ha alcun costo e ha effetto immediato, e sarà così anche se doveste effettuarla a primo rinnovo già avvenuto (l'opzione si rinnova in automatico ogni 30 giorni).

Per procedere con la disattivazione è sufficiente visitare l'Area Clienti sul sito 3 e, dopo il login, andare su "Opzioni attive", cliccare su "Disattiva" e confermare. In alternativa, si può effettuare il login sull'app Area Clienti 3 (Android, iOS), selezionare "Offerta Attiva" dal menù in alto a sinistra, selezionare l'opzione 4G LTE, cliccare su "Disattiva" e confermare.

Ti ho cercato

Se per quanto riguarda il 4G LTE stiamo parlando di una fetta ridotta di clienti che erano scampati all'aumento dell'anno scorso, per quanto riguarda "Ti ho cercato" gli incrementi sono generalizzati. Si tratta di una funzionalità che permette di ricevere un SMS ogni volta che qualcuno ci ha telefonato in un momento nel quale non eravamo raggiungibili per copertura di rete assente, linea occupata o semplicemente perché il telefono era spento.

Il servizio "Ti ho cercato" non è più gratuito da circa due anni e finora ha avuto un costo pari a 0,90 euro al mese. A partire dal 1° maggio 2017 il costo subirà un consistente aumento di quasi il 70%, arrivando a 1,50 euro al mese: un prezzo significativo da pagare per sapere "semplicemente" chi ci ha chiamato.

LEGGI ANCHE: Huawei P8 Lite 2017 a 1 euro con Vodafone e le offerte TIM e Wind di marzo

Ad ogni modo, non sta a noi decidere se una funzionalità sia o meno utile per il singolo utente, specie considerando come molti hanno la necessità di sapere sempre se qualcuno ha provato a contattarli, magari per questioni professionali. In molti si troveranno quindi a pagare questo costo aumentato per l'opzione "Ti ho cercato".

Tutti quelli che invece non vogliono pagare questi 60 centesimi di euro in più al mese e non hanno effettuato la disattivazione in passato, potranno rinunciare in modo semplice e veloce. Entro il 30 aprile sarà infatti possibile disattivare l'opzione "Ti ho cercato" aprendo l'app Telefono del proprio dispositivo e, come se si stesse facendo una normale telefonata, digitare *112# ed effettuare la chiamata. Se invece voleste riattivare il servizio, basterà effettuare la stessa operazione digitando *111#. Con *113# si verificherà invece lo stato del servizio.