730 precompilato 2017: come richiedere le credenziali, le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

di 10.04.2017 17:00 CEST
Agenzia delle entrate
Agenzia delle entrate reuters

A decorrere dal prossimo 18 aprile sarà possibile accedere al modello 730 precompilato 2017 al fine di consultare le informazioni in esso contenute e, a partire dal 2 maggio, effettuare modifiche e correzioni in vista della presentazione (scadenza 7 luglio).

SEGUICI SU FACEBOOK  E SU TWITTER

Il modello sarà disponibile:

  • sul sito dell’Agenzia delle Entrate,
  • sul sito creato dallo stesso ente per fornire informazioni ed assistenza ai contribuenti,
  • tramite il sito dell'INPS.

Per effettuare l’accesso alla dichiarazione precompilata però i contribuenti hanno bisogno dele credenziali dell'Agenzia delle Entrate e anche con altre credenziali. Quali? Ecco tutte le istruzioni rilasciate dall’ente guidato da Rossella Orlandi sul sito creato ad hoc per assistere i cittadini.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Modello 730 precompilato: il calendario completo dell'Agenzia delle Entrate

Come si accede? Ecco tutte le credenziali


Per accedere al modello 730 precompilato 2017 servono le credenziali. Quali? Quelle rilasciate dall’Agenzia delle Entrate, vale a dire:

  • Fisconline
  • Tutore o Genitore (con utenza Fisconline o Entratel) che potranno presentare la dichiarazione per conto dei loro assistiti o minori tenuti alla presentazione della dichiarazione
  • Erede che presenta la dichiarazione per una persona deceduta.

In alternativa i contribuenti possono utilizzare anche:

  • SPID il nuovo "Sistema Pubblico dell'Identità Digitale" per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione
  • INPS con il Pin dispositivo (direttamente dal sito dell'ente di previdenza)
  • NOiPA con l'utenza riservata per i servizi online del Portale della Pubblica Amministrazione (direttamente dal Portale NoiPA).
  • Carta Nazionale dei Servizi.

Come ottenere le credenziali?


Chiunque sia già in possesso di una delle credenziali sopra elencate non dovrà fare altro che attendere il 18 aprile per consultare la propria dichiarazione precompilata attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate.

I contribuenti che invece non hanno ancora una delle credenziali sopra indicate dovranno sbrigarsi per presentare apposita richiesta registrandosi su uno dei seguenti portali:

Registrazione a Fisconline

Registrazione in qualità di Tutore o Genitore

Registrazione in qualità di erede

Registrazione a SPID

Registrazione ai servizi telematici dell'INPS

Registrazione al Portale NoiPA

Come registrarsi su Fisconline


La registrazione al servizio Fisconline può essere effettuata:

  • online cliccando su Area Riservata nella home page del sito dell'Agenzia delle Entrate e selezionando quindi la voce Registrati a Entratel / Fisconline

  • tramite l'App  dell'Agenzia scaricabile dal sito internet o dai principali store

  • recandosi personalmente o delegando una persona di fiducia mediante procura speciale, presso un qualsiasi Ufficio Territoriale dell'Agenzia muniti di documento di riconoscimento e compilando il modulo di richiesta di registrazione.

Come accedere in qualità di Tutore o Genitore


I tutori, nominati dal Giudice tutelare, possono trasmettere il modello 730 precompilato per conto dei loro assistiti. La stessa regola vale anche per i genitori di minori tenuti alla presentazione della dichiarazione.

In entrambi i casi, per accedere la dichiarazione servono le credenziali Fisconline o Entratel e l'acquisizione di una specifica delega che sarà rilasciata presso gli uffici dell'Agenzia delle Entrate.

I tutori o i genitori che non sono in possesso delle credenziali dovranno dunque seguire le istruzioni fornite nel precedente paragrafo.

Come accedere in qualità di erede


A decorrere dal 2017 anche l’erede può presentare la dichiarazione dei redditi per una persona deceduta direttamente tramite l'applicazione web.

In questo caso si dovrà effettuare l’accesso all’applicazione con le proprie credenziali Fisconline o Entratel, indicando il codice fiscale della persona per la quale si vuole trasmettere la dichiarazione.

L’Agenzia delle Entrate sottolinea che l’erede ha a disposizione anche “un modello Redditi senza alcun dato precompilato, a eccezione dei suoi dati anagrafici e di quelli della persona deceduta. Dopo aver compilato la dichiarazione, l'erede la invia direttamente tramite l'applicazione web”.

Se l'erede non è in possesso delle credenziali Fisconline o Entratel, dovrà procedere con la propria registrazione ai servizi telematici.

Come registrarsi a SPID


Per ottenere SPID il contribuente dovrà registrarsi su sul sito di uno degli identity provider che offrono la possibilità di ottenere il Sistema Pubblico di Identità Digitale, vale a dire:

  • Aruba,
  • InfoCert,
  • Poste Italiane,
  • Sielte
  • TIM.

Ogni sito prevede passaggi differenti, ma alla fine il contribuente riuscirà ad ottenere l’identità digitale tramite la quale, oltre ad accedere a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione potrà anche consultare il proprio 730 precompilato.

Accesso tramite il PIN INPS


Chiunque voglia invece optare per i servizi telematici dell’INPS dovrà andare sul sito dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale e seguire l’iter per richiedere il PIN.

In questo caso occorre però prestare attenzione ad una cosa: l’INPS rilascia due tipologie differenti di PIN: il primo permette solo di consultare le informazioni, il secondo, noto con PIN "dispositivo", consente di eseguire le operazioni.

Per accedere ai servizi della dichiarazione precompilata il Pin deve essere del tipo "dispositivo".

Per la registrazione al Portale delle Pubblica Amministrazione, bisogna infine seguire le istruzioni riportate sul Portale NoiPA. La registrazione al Portale è riservata solo ai dipendenti della Pubblica Amministrazione.