Allarme cannabis: danni alle memoria e all’apprendimento

  | 09.08.2012 13:20 CEST
Una piantagione di cannabis
Una piantagione di cannabis

Da Sidney altolà al consumo di spinelli. Le persone che fanno uso di marijuana hanno una riduzione della memoria e delle capacità di apprendimento. I dati che hanno portato a questa conclusione, arrivano dall'Australia dagli studi del Murdoch di Melborne (Istituto di ricerca infantile) e delle Università di Melbourne e di Wollongong.

Già di recente, un gruppo di studiosi del Lambros Messinis del Dipartimento di neurologia presso il policlinico universitario di Patrasso in Grecia, aveva riscontrato deficit cognitivi, defaillance mnemoniche e di attenzione nelle persone che fanno uso della cannabis.

 

Leggi anche:

Krokodil: la droga fai da te che ti squarcia la pelle 

La cannabis è dannosa per la salute secondo le Società Scientifiche, scettiche sull'uso terapeutico

Cannabis contro l'obesità

Italia al primo posto nel consumo di droghe leggere: il 14,6% della popolazione nel 2011 ha consumato cannabis

 

Commenti