Analisi Facebook

di 27.11.2012 0:05 CET
.

Nonostante l'ottimismo di facciata, non è scontato un accordo sul caso Grecia e a Bruxelles si continua a discutere per sbloccare la nuova tranche di aiuti internazionali necessari ad Atene per far fronte alle scadenze di metà dicembre.

Anche Wall Street ha chiuso in ribasso (Dow -0,33% ; S&P500 -0,21% ; Nasdaq in controtendenza +0,46%) nel giorno in cui ha ripreso la piena operatività dopo la chiusura di giovedì scorso e la seduta breve di venerdì. Pesano le preoccupazioni sull'esito dei negoziati tra la Casa Bianca e i repubblicani per disinnescare la bomba del fiscal cliff. Se non verrà trovato un accordo, dal primo gennaio prossimo negli Usa scatteranno immediatamente inasprimenti fiscali e tagli alla spesa pubblica per cifre in grado di far cadere l'economia statunitense in una grave recessione.

Analisi Facebook:

In un post del 20 Novembre si prevedeva un rialzo imminente del titolo del social network più famoso al mondo. Da quel giorno Facebook ha guadagnato più del 10% in 3 sedute di Borsa.

Dopo aver rotto al rialzo la resistenza in area 23,3$ / 23,7$ , il titolo ha allungato portandosi a ridosso della nuova resistenza posta a quota 26$. Oltre questo livello, si guarda direttamente ai 28$. L'Rsi conferma il rialzo dei prezzi ma è in leggero ipercomprato, motivo per cui ci si può attendere un ritracciamento nelle prossime sedute. L'impostazione di fondo resta rialzista, soprattutto dopo i forti segnali grafici e le news, come quella di oggi che ha visto il titolo oggetto di una promozione da parte dell'analista Bernstein, il quale ha alzato il giudizio ad "outperform" e il target price a 33$, dal precedente 23$.

Aggiornamenti nelle prossime sedute.

 

Buon trading a tutti.

 

 

Commenti