"Apple ha bisogno di adattarsi ai mercati emergenti" secondo l'ex CEO

di 16.01.2013 8:37 CET
iPhone 5
iPhone mini nel 2013? Reuters

Dopo le ultime notizie non proprio confortanti sull’andamento del titolo in borsa di Apple, John Sculley prova a spiegare quale può essere la via per risalire. Intervistato da Bloomberg, l’ex CEO di Apple sostiene che il mercato degli smartphone è ormai saturo nei Paesi sviluppati come gli USA e i Paesi europei. Il nuovo target su cui puntare deve quindi essere quello dei mercati emergenti, come Cina ed India, che sono ancora aperti ai vari competitor e privi di un vero leader. Il tutto però deve essere supportato da un prezzo accessibile.

Proprio il prezzo è uno degli standard che Apple dovrà adattare ai nuovi mercati. Secondo Sculley, Apple deve “ripensare drasticamente” a come realizzare un nuovo prodotto e a come renderlo redditizio come l’attuale iPhone. Il problema non è affatto di poco conto, in quanto il prezzo dovrà inevitabilmente (e sensibilmente) essere ridotto rispetto a quello attuale, troppo alto per realizzare vendite elevate.

Ma sempre secondo Sculley, la colpa della discesa delle vendite di Apple non è solo dovuta alle scelte di Cupertino, ma anche dall’avanzamento degli altri competitor, Samsung su tutti. “Samsung è uno straordinario concorrente” dice Sculley. Continuando “La differenza tra un Samsung Galaxy e un iPhone 5 non è così grande come può sembrare”. Il prodotto sta perdendo tutta il suo fascino ?

In realtà la notizia di un “adattamento forzato” alle nuove esigenze globali era già nell’aria, soprattutto dopo la riduzione degli ordini dei display dovuta alla discesa di vendita dell’iPhone. Un primo sintomo che forse farà nascere il tanto atteso iPhone mini "low-cost" che tutti attendono.

[Fonte: The Washington Post]

LEGGI ANCHE

i Phone "low-cost", ci sono ancora speranze

CES 2013: iPotty, il vasino con l'i Pad incorporato

Arriva l'app per segnalare i rifiuti abbandonati

 

Commenti