• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Dario Saltari | 11.01.2012 17:27 CET

Ci sono delle "relazioni insane" tra la costruzione di grattacieli e l'esplosione di bolle finanziarie. A dirlo è Barclays Capital pubblicando, come ogni anno dal 1999, il cosiddetto "skyscraper index" ovvero l'indice, ideato da Andrew Lawrence, che dimostra che gli edifici più alti del mondo vengono completati poco prima dell'inizio delle recessioni economiche. Qualche esempio? L'Equitable Life, il primo grattacielo di New York, costruito nel 1873 anticipò cinque anni di recessione economica negli Stati Uniti. Sempre a New York, nel 1931 venne costruito l'Empire State Building, fino al 1973 l'edificio più alto al mondo. La sua costruzione coincise con la grande depressione che portò al secondo conflitto mondiale.

Reuters
Il profilo del grattacielo Burj Khalifa, a Dubai.

Share This Story

Da non perdere

Seguici su Facebook

Più notizie

L'Empire State Building fu superato nel 1973, quando fu inaugurato il World Trade Center. L'anno successivo sarà quello del cosiddetto shock petrolifero. Casi più recenti si hanno in Malesia, con le Malaysia's Petronas Towers che anticiparono la crisi economica asiatica del 1997, e a Dubai con il completamento nel 2010 del Burj Khalifa, il più alto edificio mai costruito dall'uomo, appena prima dell'esplosione della bolla finanziaria che produsse il collasso del settore immobiliare dell'emirato arabo.

Le preoccupazioni per il futuro adesso si concentrano sulle nuove potenze asiatiche, Cina e India. La prima detiene il 53% di tutti gli edifici più alti al mondo, mentre la seconda, che attualmente possiede solamente 2 dei 276 grattacieli più alti al mondo, ultimerà ben 14 grattacieli nei prossimi cinque anni. In realtà i segni di una possibile bolla finanziaria a Pechino si vedono già. Uno studio della JPMorgan Chase, infatti, rivela che il mercato immobiliare cinese portrebbe perdere il 20% del suo valore nel prossimo anno. "Spesso gli edifici più alti del mondo" ha affermato un analista della Barclays Capital "sono solo la punta di un più vasto boom nella costruzione di grattacieli, che riflette una generale cattiva allocazione del capitale ed un'imminente correzione economica".

Tra i futuri edifici più alti al mondo c'è anche lo Shard of glass, un grattacielo disegnato da Renzo Piano che verrà completato a Londra nel Maggio di quest'anno diventando il più alto dell'Unione Europea. A dar retta allo "skyscraper index", c'è davvero da preoccuparsi.

Burj Khalifa
(Foto: Reuters / Stringer)
Il profilo del grattacielo Burj Khalifa, a Dubai.
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

Più popolari

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci