• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di David Pascucci | 21.03.2012 12:11 CET

Mentre il commissario europeo Algirdas Semeta afferma la non esistenza di un piano B sulla Tobin Tax, il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schauble chiede misure alterantive ad essa. La tassa in questione colpirebbe le attività finanziarie e le transazioni finanziarie. La Tobin Tax nasce originariamente per calmare i mercati finanziari e per procurare entrate da destinare alla comunità internazionale.

Seguici su Facebook

Per far sì che la Tobin Tax sia realmente applicabile, deve essere approvata da tutti gli organi mondiali di mercato e regolamentazione, altrimenti l'afflusso di capitali verso i paesi non aderenti sarebbe a dir poco enorme. Secondo esperti, questa tassa è di difficile applicazione per via della portata mondiale che dovrebbe avere, in più sembra sia di facile elusione.

Intanto Schauble manifesta il suo "no" alla Tobin Tax così come i trader privati che, colpiti da essa, vedrebbero una riduzione drastica dell'operatività, specie su strumenti come i derivati in quanto la tassa va a colpire il controvalore dello strumento e non il margine usato.  

Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble.
(Foto: Reuters / Gonzalo Fuentes)
Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci