• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Arianna Adamo | 03.04.2012 22:46 CEST

La moda ha sempre sfruttato le tecnologie digitali utilizzando siti internet, social network, applicazioni per smartphone. La vera sfida, oggi, è investire sulla realtà aumentata, ossia quei dispositivi hi-tech che ci permettono di provare un abito con un tablet o un paio di occhiali con una webcam. Il tutto grazie a dispositivi che abbiamo già a casa e che dovranno solo essere aggiornati scaricando un app o lanciando un sito: con il nostro cellulare potremo inquadrare la pagina di un giornale e vederla prendere vita, mostrarci i dettagli di un prodotto fino all'acquisto finale. “Presto telefonini e tablet, tramite sensori appositi, potranno farci navigare tra i contenuti o sfogliarli muovendo le mani nell'aria o, ancora, rilevare ogni nostra parola e movimento” afferma Enrico Salvatori, vicepresidente senior europeo di Qualcomm, azienda californiana. Il centro ricerche Juniper sostiene che la realtà aumentata potrà generare ricavi per 1,5 milioni di dollari in tutto il mondo nei prossimi tre anni. Negli Usa si passerà dai 6 milioni di dollari del 2008 a 350 milioni nel 2014. Una tecnologia che la moda utilizza già da tempo: Ray-Ban e Boucheron ci permettono di provare gli occhiali e i gioielli sul suo sito internet tramite una webcam e un software che riconosce i tratti del nostro viso e da Selfridges di Londra le signore possono provare l'intimo Triumph tramite uno specchio virtuale. Net-a-porter.com, celebre per lo shopping on-line di lusso, ha creato un app scaricabile da iTunes per la collezione di Karl Lagerfeld tramite il quale chiunque, con il telefonino e tavoletta puntati sullo schermo, poteva vedere i prodotti animarsi sullo schermo e avere la possibilità di vincerne uno. La realtà aumentata può essere utilizzata da giornali, dai siti internet ma anche dalle vetrine dei negozi come quella delle Benetton Live Windows, vetrine digitali attive in 10 store in tutto il mondo: al posto dei manichini sono posti degli schermi che, per attirare l'attenzione dei passanti, mostrano campagne pubblicitarie e diffondono messaggi anche a contenuto sociale. Il futuro della moda è la tecnologia: lo dimostra l'aumento del 110% della raccolta pubblicitaria per i tablet nel 2011. Secondo le stime del Politecnico di Milano i ricavi dalle app sono aumentati del 130% e i video on-line hanno registrato un +80%. Segno che fra pochi anni andare a comprare un abito in un negozio sarà una moda sorpassata.

.
Hitech, contro la crisi tablet a meno di 200 euro.

Share This Story

Da non perdere

Argomenti correlati

Seguici su Facebook

Più notizie

Tablet
(Foto: . / REUTERS/Kim Hong-Ji )
Hitech, contro la crisi tablet a meno di 200 euro.
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

Più popolari

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci