• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • -1

Di Candido Romano | 08.04.2012 16:38 CEST

Seguici su Facebook

Mass Effect 3 è al centro di una nuova polemica, questa volta collegata ai contenuti adulti inseriti all'interno dell'avventura. Dopo essere stata votata come "la peggiore compagnia d'America" dai lettori del magazine The Consumerist, Electronic Arts, il publisher dell'Action RPG fantascientifico, è stata letteralmente inondata di lettere di protesta per l'implementazione nei propri giochi della cosiddetta categoria LGBT, cioè lesbiche, gay, bisessuali e transgender. In Mass Effect 3, come del resto nei capitoli precedenti della serie, è possibile stringere rapporti amorosi anche tra lo stesso sesso, come testimonia il video visionabile in questo articolo. La notizia è stata riportata da un report di GameIndustry International, che parla di centinaia di lettere di protesta che invitano la compagnia ad adottare una diversa politica riguardo i contenuti omosessuali e parlano di boicottare i giochi Electronic Arts se il publisher non decide di tornare sui propri passi.

LEGGI ANCHE

Mass Effect 3: BioWare non cambierà il finale, poi smentisce 

Mass Effect 3: nuovo finale tramite DLC, BioWare cede ai fan

Mass Effect 3 non è infatti l'unico titolo del publisher a proporre questo tipo di contenuti: anche in Star Wars: The Old Republic è possibile intrattenere rapporti amorosi e sessuali con personaggi dello stesso sesso del giocatore. Electronic Arts ha subito risposto alle proteste, dichiarando di non essere assolutamente intenzionata a rimuovere i contenuti LGBT nei suoi giochi. Spetterà ai giocatori decidere se il proprio personaggio dovrà intrattenere rapporti sessuali di qualsiasi tipo, come dichiara Jeff Brown, vicepresident of corporate communications di EA: "Ogni gioco di Electronic Arts contiene le descrizioni ESRB - sistema di classificazione in base all'età, in Europa è attivo il PEGI -, è difficile credere che qualcuno sia sorpreso da questi contenuti. Mass Effect 3 fornisce le stese possibilità di relazioni a tutte le categorie che siano etero, gay o lesbiche, quindi non tollereremo discorsi intrisi d'odio sui nostri forum ufficiali".

Arrivano anche le dichiarazioni di Matt Kane del GLAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation): "Molti sviluppatori di videogiochi stanno cominciando a creare opere con universi credibili e questo vuol dire mostrare anche diversi orientamenti sessuali, che riflettono la cultura in cui viviamo ogni giorno. Penso che in futuro vedremo molti personaggi LGBT anche in altri videogiochi". Electronic Arts e BioWare continuano quindi a sostenere la pressione di gruppi di persone preoccupate stavolta non per un finale insoddisfacente dell'opera, ma addirittura per una questione di censura di contenuti; questo è quello che chiedono i gruppi anti-gay, sostenendo che il titolo potrebbe esporre a temi "pericolosi" una buona fetta di utenza formata da bambini e minori, anche se il bollino ESRB classifica Mass Effect 3 come un'opera adatta solo per giocatori adulti.

LEGGI ANCHE

Mass Effect 3: nuovo finale con Extended Cut, DLC gratuito annunciato da BioWare 

Mass Effect 3: petizione italiana per il bug dell'Accademia Grissom

 Mass Effect 3: disponibile patch che risolve il bug dell'Accademia Grissom  

Mass Effect 3
(Foto: Electronic Arts / )
Rapporti omosessuali in Mass Effect 3
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • -1

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci