• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • -1

Di Candido Romano | 20.04.2012 12:53 CEST

Assassin's Creed al centro di una piccola bufera: John L. Beiswenger, un'ingegnere e scrittore di romanzi di fantascienza, ha citato in giudizio il colosso francese Ubisoft per aver copiato la trama della serie Assassin's Creed direttamente dal suo romanzo, "Link", datato 2003. Secondo Beiswenger ci sarebbero troppe similitudini tra la storia di Assassin's Creed  e il suo romanzo e chiede addirittura di bloccare la vendita di Assassin's Creed 3.

Seguici su Facebook

LEGGI ANCHE

Assassin's Creed 3: nuove immagini gameplay, della caccia e artwork! 

Assassin's Creed 3: tutte le interviste agli sviluppatori con video, assenti personaggi femminili 

Assassin's Creed 3: svelate le edizioni da collezione e le armi di Connor in video 

L'uomo mira comunque ad ottenere un lauto risarcimento dal publisher francese: sostiene che nel suo libro si parla di di un sistema che permette l'accesso ai ricordi ancestrali, proprio come in Assassin's Creed con l'Animus. Ubisoft avrebbe quindi volutamente copiato quest'aspetto, violando la proprietà intellettuale. Beiswenger chiede un risarcimento non inferiore a 1,05 milioni di dollari, ma sarà molto difficile ottenerli, dato che l'uomo confonde chiaramente la proprietà intellettuale con il diritto d'autore, che non copre l'idea ma solo la sua manifestazione.

LEGGI ANCHE

Assassin's Creed 3: nuovo sistema di combattimento e dettagli sulla frontiera 

Assassin's Creed 3: artwork del protagonista, valanga di nuove informazioni  

Assassin's Creed 3: svelate le edizioni da collezione e le armi di Connor in video 

 

 

Assassin's Creed 3
(Foto: Ubisoft / )
Assassin's Creed 3 su Wii U
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • -1

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci