• Share
  • OkNotizie
  • +4
  • 0

Di Valentina Beli | 21.04.2012 19:37 CEST

L'iPhone 5 avrà la scocca in metallo liquido. Più leggero e al tempo stesso più resistente, ecco come si presenterà sul Mercato il nuovo nato di casa Cupertino. Ad anticiparlo è la pubblicazione coreana ET news, ben inserita in oriente negli ambienti Apple e dunque voce molto attendibile. 

Seguici su Facebook

D'altronde, i conti tornano. Era il 2010 quando  l'azienda di Steve Jobs acquistò la licenza perpetua per questa lega, pagando fior di quattrini la Liquidmetal Tecnologies Inc, la società californiana titolare dell'invenzione. Si tratta di una lega di zirconio, titanio, nickel, rame e altri metalli capaci di dar vita ad una superficie esterna liscia e fluida come solo un liquido può essere. Ma dal cuore duro e quasi indistruttibile.

Questo materiale, come scrive la stessa Liquidmetal Tecnologies sul proprio sito, possiede "il doppio o il triplo della robustezza del titanio e dell'acciaio inossidabile". E sempre sul suo portale specifica: "Primo, presenta una struttura atomica 'amorfa', che non ha precedenti nei metalli strutturali. Secondo, include una composizione chimica multi-componente, che può essere ottimizzata per le varie proprietà e fabbricazioni. Infine, si presta alla tecnologia della fabbricazione in modo simile a come fatto dalle materie plastiche".

Quando il liquidmetal si raffredda, al termine del ciclo di produzione, assume un aspetto simile al vetro. Tale lega metallica, oltre ad aver trovato impiego in ambito aerospaziale e medico, viene utilizzata anche in alcune racchette da tennis e mazze da golf, ed è già stata impiegata in singole parti dell'iPhone, come l'espulsore della SIM. La Apple ha pensato bene di utilizzarlo nella realizzazione dell'intera scocca, superando l'ultimo trend in materia di smartphone: l'ampio uso della ceramica.

iPhone 5, la scocca sarà in liquido metallico
(Foto: iphonerumors.it / )
Più resistente e leggero, avrà una superficie liscia come il vetro
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +4
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci