• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • -1

Di Giovanni Belelli | 18.05.2012 13:44 CEST

Uno studio proveniente dagli Stati Uniti afferma che le persone che bevono un 2-3 tazze di caffè al giorno hanno una vita più lunga. Per gli uomini questa possibilità è del 10%, mentre per le donne del 13%.

Seguici su Facebook

Lo studio è stato pubblicato sul New England Journal of Medicine ed è stato condotto dai ricercatori del National Cancer Institute. L’effetto del caffè sarebbe quello di ritardare le cause più frequenti di morte, come alcune malattie, problemi cardiaci, diabete e problemi respiratori. Non è chiaro come effettivamente il caffé agisca e quindi la ricerca è tutt’altro che conclusa. I risultati sono quindi esclusivamente basati sull’osservazione dei vari casi e non su effetti fisiologici.

Sono stati esaminati 402.000 uomini e donne tra i 50 e i 71 anni all’inizio dello studio. Tutti senza particolari malattie o aventi cancro, malattie cardiache o ictus. L’etichetta di consumatore di caffè inoltre è stata valutata all’inizio del periodo. Tra il 1995 e il 2008 sono deceduti 33.731 uomini e 18.784 donne.

In questo campione gli uomini che bevevano 2 o 3 tazze al giorno avevano un rischio di morire minore del 14% per un problema cardiaco, del 17% per una malattia respiratoria, del 16% di ictus e del 25% di diabete. Per le donne invece il rischio diminuiva del 15% per problemi cardiaci, del 21% per malattie respiratorie, del 7% a causa di un ictus e del 23% di diabete. Tutto rispetto a coloro che non bevevano caffè.

Se poi il consumo di caffè sale fino a 6 tazze il rischio, sempre secondo questo studio, diminuisce ancora di più il rischio di morire per le cause sopra citate.
Non è stato trovato il nesso tra la morte causata da un cancro e il consumo di caffè, quantomeno per le donne. Infatti per gli uomini è stata riscontrata un piccola probabilità in più di morire di cancro per i consumatori di caffè.

Questo studio ha tranquillizzato parecchie persone, soprattutto nel continente americano. Mediamente gli americani bevono 3,2 tazze di caffè al giorno. In un anno sono 77 miliardi di tazze di caffè per circa 35,8 miliardi di dollari. Un mercato niente male.

C’è da dire che però lo studio manca di alcuni dettagli, uno su tutti la preparazione di caffè. Riflettendo la statistica su noi italiani c’è da considerare che il nostro caffè è molto diverso da quello americano. ll termine “in tazze” non è di certo valido per un caffè espresso, molto più stretto di quello americano ma di gran lunga il più diffuso nel nostro Paese. Inoltre, i tipi di caffè nel mondo sono davvero tanti, e trovare l’elisir di lunga vita, potrebbe causare una preoccupante insonnia.

Il caffè è preso quotidianamente
(Foto: Reuters / )
Secondo uno studio, bere 2-3 tazze di caffè al giorno allunga la vita
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • -1

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci