• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Dumitru Zubco | 23.05.2012 08:19 CEST

Dopo l'approvazione dell'antistrust statunitensi ed europee, anche la Cina ha dato il via libera per l'acquisizione di Motorola da parte di Google. USA ed Europa avevano già approvato l'accordo in febbraio, lasciando alla Cina l'ultima decisione. "Il nostro atteggiamento quando abbiamo deciso di acquisire Motorola non è cambiato, e non vediamo l'ora di chiudere l'affare", ha detto il portavoce di Google Niki Fenwick, confermando che i cinesi avevano approvato l'accordo. 

Seguici su Facebook

La notizia dell'acquisizione risale all'agosto del 2011, ed oggi a distanza di 9 mesi l'affare è ancora in attesa dell'approvazione definitiva di tutte le commissioni di controllo a livello mondiale. Con l'ok arrivato in questi giorni dalla Cina sembra che tra mille difficoltà Google ora potrà finalmente acquisire la casa americana produttrice di telefoni, in un operazione che risulta molto importante sopratutto per il bagaglio tecnologico e di brevetti che BigG acquisisce.

La prima a dare parere favorevole era stata l'Unione Europea, seguita dagli Stati Uniti, l'ultima è stata la Cina, che dopo un po' di ostruzionismo, ha rilasciato il proprio parere favorevole, dando così il via libera ad un acquisizione che potrebbe concludersi entro questa settimana.

La Cina però è stata l'unica a mettere una condizione a questa operazione, cioè, che Google mantenga il proprio sistema operativo Android libero e gratuito per almeno 5 anni. Questo per il timore che tale OS venga destinato in maniera esclusiva e gratuita solo per i futuri dispositivi Motorola e che la stessa azienda possa incominciare un percorso esclusivo di sviluppo e licenze proprio privilegiando gli smartphone fatti in casa propria e penalizzando quelli di altre case produttrici.

Una volta definita l'acquisizione ne sapremo di più su quale sarà il destino di Motorola ed anche di Android, e se Google è solo intenzionata a prodursi in maniera più comoda e diretta alcuni propri dispositivi grazie all'esperienza di Motorola oppure se dietro a questa operazione c'è qualcosa di più. Le possibilità sono molteplici ed altri produttori come Samsung ed Apple sono in attesa di capire quali saranno le mosse di BigG.

La conferma di Larry Page: "Motorola Mobility è nostra". Ebbene sì, l'operazione di acquisizione della società Motorola Mobility è costata a Google circa 12,5 miliardi di dollari. Dopo il via libera delle autorità cinesi all'acquisizione del gigante della telefonia, Motorola avrà un nuovo Ceo, Dennis Woodside, che sostituirà il vecchio Ceo Sanjay Jha.

 

 

Google spinge sulla tecnologia mobile con l'acquisto di Motorola
(Foto: Reuters / )
Google spinge sulla tecnologia mobile con l'acquisto di Motorola
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci