• Share
  • OkNotizie
  • +6
  • 0

Di Alessandro Proietti | 08.06.2012 09:03 CEST

Ribasso generalizzato per gli indici europei: la perdita media, alle 9:40, è ormai prossima al punto percentuale. ll Ftse Mib subisce più di tutti e, sulla soglia dei 13325 punti, perde circa l'1.65%. Il settore bancario ovviamente pesa maggiormente in questo calo generale con Monte dei Paschi e UBI Banca che perdono circa il 4%. Intesa e Unicredit sono appaiate sulla linea rossa del -3.0%.
Il titolo di Piazza Cordusio viaggia sulla linea dei 2.70 euro per azione risultando il terzo titolo più scambiato subito dopo Enel e Intesa Sanpaolo.
L'impostazione grafica di Unicredit punta, ora come ora, al minimo del della seduta del 6 Giugno a quota 2.66 euro per azione. Ricordiamo che, partendo dal quel minimo, il titolo ha risalito la china sfondando la resistenza a 2.70, ritracciando in un primo momento a 2.68, per poi prendere il largo con i rimbalzi sopra i 2.75 euro e, ancora, sorpa i 2.80 con massimo raggiunto a 2.838 euro. Per la seduta odierna, dopo essersi avvicinato alla resistenza collocata sulla linea dei 2.75 euro, il titolo ha inanellato una serie di candele rosse fino all'attuale linea chiave sui 2.70 euro.
Attenzione al rimbalzo, però, perché se l'MACD non sembra prontissimo all'incrocio dal basso sulla linea segnale, abbiamo invece un RSI fortemente al ribasso. La quotazione è ben al di sotto della linea dell'ipervenduto a 30 punti con il minimo a 20 punti, ormai prossimo al minimo assoluto dello scorso 6 Giugno (data in cui è iniziato il forte trend rialzista).

Seguici su Facebook

Analisi Unicredit - 08 Giugno 2012 a
Analisi Unicredit - 08 Giugno 2012
1 2
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +6
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci