• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Redazione IBTimes | 13.06.2012 12:25 CEST

Una corte militare tunisina ha condannato l'ex dittatore Zine al-Abidine Ben Ali a vent'anni di carcere. L'accusa accettata dalla corte è stata quella di incitamento all'omicidio.

Seguici su Facebook

L'accusa fa riferimento all'uccisione di quattro giovani manifestanti nella cittadina di Ouardanine il 14 Gennaio del 2011, un giorno dopo la fuga dello stesso Ben Ali dalla Tunisia. I quattro giovani furono uccisi dall'intelligence tunisina a causa del loro tentativo di bloccare l'aereo pronto alla fuga del nipote di Ben Ali, Kais.

Sentenze dai 5 ai 10 anni di carcere anche per molti membri delle forze di sicurezza per accuse sullo stesso incidente. I parenti delle vittime, infatti, avevano accusato gli apparati di sicurezza di aver ordinato alla polizia di aprire il fuoco sulla folla.

Nel frattempo un altro procuratore militare sta cercando di far condannare Ben Ali alla pena di morte con l'accusa di aver ordinato di uccidere 22 persone nelle città di Thala e Kasserine durante delle manifestazioni contro il regime.

Fin'ora l'ex dittatore tunisino ha accumulato ben 66 anni di carcere nei diversi processi che l'hanno visto coinvolto. Tra le accuse confermate abbiamo anche il traffico di droga e l'appropriazione indebita.

Nonostante questo, Ben Ali si trova attualmente in Arabia Saudita con la propria famiglia. Le autorità saudite, nonostante il mandato di cattura internazionale, hanno fin'ora ignorato tutte le richieste tunisine d'estradizione.

Ben Ali
(Foto: Reuters / )
Ben Ali.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci