• Share
  • OkNotizie
  • +5
  • 0

Di Massimiliano Di Marco e Candido Romano | 20.06.2012 10:00 CEST

Seguici su Facebook

LEGGI ANCHE

E3 2012: la conferenza Nintendo. Tutti i video, i giochi e gli annunci, Wii U domina 

Wii U è arrivato in Italia. Dopo la presentazione all'E3 2012 e gli hands-on seguiti in quel di Los Angeles, la società di Kyoto ha portato per la prima volta la console a Milano dove un evento appositamente dedicato è stato un importante occasione per verificare con mano alcune peculiarità di Wii U, testarne i primi giochi svelati e valutare sul campo alcuni dubbi.

Quest'ultima parte è considerabile una missione mancata, in quanto la presentazione ha solamente confermato le sensazioni contrastanti che la nuova console Nintendo ha prodotto agli inizi di giugno: il parco titoli, presente in massa alla presentazione, è sicuramente di buonissimo livello, ma manca ancora di una vera e propria killer application, un software unico e caratteristico che spinga al massimo l'attrattiva della console al lancio, al momento previsto genericamente entro il corso dell'anno.

Era presente anche il 3DS, la console portatile, ma il suo confinamento a solo sei postazioni delle ventuno totali è indice di come il focus generale della presentazione fosse Wii U. Nonostante questo è stata la console portatile, presente con New Super Mario Bros. 2, Kingdom Hearts: Dream Drop Distance e Luigi's Mansion 2, a uscirne a testa alta, grazie a titoli che amplieranno la line-up aumentandone il già buon interesse da qui a Natale, insieme a Scribblenauts Unlimited e Paper Mario: Sticker Star, grandi assenti dell'evento.

LEGGI ANCHE

Wii U svelato ufficialmente in video: ecco tutte le funzionalità del GamePad 

DESIGN E GAMEPAD



Partiamo dalla console. Il suo design di partenza è stato chiaramente pensato partendo da Wii. Troviamo bordi leggermente smussati, ma la somiglianza è netta. È leggermente più lungo e più largo e non può stare in piedi, come anche recentemente dichiarato da Shigeru Miyamoto durante una tavola rotonda all'E3. Il GamePad è estremamente ergonomico e leggero grazie alle modifiche apportate al suo design tra il 2011 e il 2012.

L'apparente pesantezza non trova riscontro impugnando il controller, ben studiato. I grilletti non soffrono del problema del pad PlayStation 3 e non sono scivolosi; i dorsali sono ben aderenti e ogni pulsante è a portata di dito con comodità. Usare lo schermo touch combinato ai classici comandi, in contemporanea o alternandoli (come ad esempio in Project P-100), non crea nessuno problema. GamePad approvato a pieni voti.

LEGGI ANCHE

ZombiU di Ubisoft "infetta" Wii U, annuncio e trailer ufficiale  

ZOMBIU



Il titolo che sicuramente ha attirato la nostra attenzione è stato ZombiU (Ubisoft), il titolo a tema morti viventi che nella demo presentata metteva in mostra alcune delle feature principali e caratteristiche dell'esperienza di gioco. La missione richiedeva di trovare un antibiotico all'interno di una struttura. Ciò che è saltato all'occhio immediatamente è il buon comparto grafico, pulito seppur afflitto da un leggero aliasing e che si perde un po' nei dettagli. Inoltre, altra nota a margine della prova, la telecamera era settata veramente male, difficile dire se a causa delle impostazioni precedentemente decise o per il controllo del gioco (secondo quanto spiegatoci ancora in fase beta), inficiando di non poco l'esperienza di gioco.

Ciò che più ci ha colpito del gioco è la sua personalità, che molto deve al genere survival horror. Più volte le munizioni sono venute a mancare, costringendoci a usufruire della mazza da cricket in dotazione. Inoltre, la necessità di agire in concomitanza su altri oggetti dello scenario (ad esempio porte o scansioni) piuttosto che la selezione in tempo reale dell'equipaggiamento tramite inventario (gestibile sullo schermo del GamePad), aggiungono il giusto grado di tensione. Una delle peculiarità del gioco è il sistema di checkpoint.

Grazie a una base narrativa non specificata ogni qualvolta uno dei personaggi verrà ucciso e reso uno zombie, il giocatore verrà posto nei panni di un secondo sopravvissuto il cui primo compito sarà recuperare l'oggettistica che il precedente personaggio aveva in possesso per poi poter proseguire con l'obiettivo principale. Se la preoccupazione era che la strada già percorsa venisse facilmente a noia con i corridoi già ripuliti dalle minacce, Ubisoft ha optato per un respawn casuale degli zombie a ogni occasione, che costringe ad avere attenzione costante anche nelle zone già perlustrate. Sicuramente un titolo da tenere d'occhio.

LEGGI ANCHE

WII U: Nintendo risponde alle speculazioni sulla potenza grafica  

NEW SUPER MARIO BROS. U



Se per la maggior parte dei grandi franchise Nintendo non è ancora stata annunciata un'iterazione per Wii U (che non mancherà senz'altro), Super Mario non ha lesinato il lancio della nuova console, seppur la veste con cui si presenta è, a nostro avviso, un'occasione mancata. La qualità ludica dell'italico idraulico non viene a meno, ma l'attrattiva di un nuovo New Super Mario Bros., in vista anche della molto vicina pubblicazione (ad agosto) del secondo capitolo per 3DS, fa sorgere molti dubbi sullo sfruttamento di questo marchio da parte di Nintendo.

Il modo stesso in cui viene utilizzato il GamePad è subordinato a un titolo che appartiene più a Wii come gameplay che al suo successore: un quinto giocatore potrà interagire con l'ambientazione mentre da 1 a 4 giocatori utilizzeranno i classici personaggi della serie per superare ogni livello. Tale possibilità significa poter stordire i nemici con un tocco sullo schermo touch del GamePad o poter creare piattaforma temporanee come aiuto agli altri giocatori. In verità, ben poco per giustificare l'acquisto di un capitolo fin troppo simile a quello visto su Wii e DS e lo schieramento in prima linea per Wii U.

Tre i livelli presenti nella demo e di difficoltà crescente: il terzo ci ha dato qualche problema, richiedendo salti molto precisi da una stella all'altra, mentre sotto erano presenti tagliole che ci avrebbero danneggiato. Ancora una volta, pochi dubbi sulla qualità di New Super Mario Bros. U. Molti di più sulla necessità di averlo al lancio di una nuova console in questo modo.

LEGGI ANCHE

Wii U: specifiche tecniche ufficiali e immagini 

PROJECT P-100

 


Un software svelato in sordina ma che, a pari con ZombiU, ha dimostrato di avere molto carattere: è Project P-100. Sviluppato da Platinum Games (Madworld, Bayonetta), deve molto sia alla saga di Pikmin per quanto riguarda il gameplay che a Viewtiful Joe (creato dai Clover Studios, dalle cui ceneri è nata proprio Platinum Games) nello stile artistico e atmosfera. Impersonando un super-eroe dovremo radunare sempre più cittadini per combattere minacce robotiche che giungono a invadere la Terra, combinare attacchi speciali (eseguibili in congiunzione con lo schermo del GamePad) e abilità difensive.

Lo schema di controlli è risultato efficacemente implementato: lo schermo del pad viene utilizzato per disegnare la forma che assumerà la nostra arma (nella demo erano presenti una spada gigante e un'enorme pistola, per esempio) o la formazione del nostro gruppo, indispensabile per il superamento di ogni livello e nemico. L'atmosfera che si respira in Project P-100 (non è dato sapere se si tratta del titolo definitivo) non ha potuto non ricordarci le serie d'animazione giapponese degli anni '80, con difensori della Terra che odiano il male e affrontano enormi robot ultra-tecnologici.

Lo stile grafico molto semplice ma estremamente accattivante non ha fatto che accentuare questa sensazione. Il secondo livello disponibile inscenava un boss fight, dove il piccolo gruppo di cittadini super-eroi doveva fronteggiare un colosso robotico, prima distruggendo alcuni centri di controllo presenti su entrambe le braccia, proseguendo poi lungo la schiena, disattivando di volta in volta varie parti del corpo meccanico del nemico (in questo senso ci ha ricordato un po', seppure alla lontana, Shadow of the Colossus). Divertente e dallo stile artistico personale, Project P-100 è un gioco molto interessante, seppure la demo presente non offriva un livello di difficoltà elevato. Ancora una volta, le soluzioni introdotte con il GamePad non rappresentano niente che non fosse possibile con il motion control di Wii, ma lo schermo touch si combina bene con i comandi più classici il cui risultato è dinamico e intuitivo.

LEGGI ANCHE

Pikmin 3, annuncio ufficiale e video gameplay all'E3 

PIKMIN 3


Il quarto titolo che si pone a baluardo di Wii U è Pikmin 3. Ufficialmente confermato per la nuova console Nintendo durante l'ultima conferenza all'E3, era presente in forma giocabile e in due livelli, il primo una normale raccolta di frutta mentre il secondo un combattimento contro un boss, un insetto gigante. Il gameplay della serie non ha subito variazioni nella sua struttura portante e ci troveremo a guidare i diversi tipi di pikmin per raccogliere oggetti, combattere nemici, creare ponti e nuove strutture ed esplorare le ambientazioni.

La delusione nasce dalla quasi totale esclusione del GamePad dal sistema di controllo, nonostante Nintendo, molto vagamente, abbia dichiarato che al giorno d'uscita il titolo offrirà anche comandi alternativi con il nuovo controller, che potrà essere utilizzato in solitaria. Nunchuk e WiiMote erano il controllo principale alla presentazione, mentre lo schermo del GamePad mostrava la mappa generale (molto secondaria) e il replay della missione, non appena questa fosse conclusa. I pikmin rocciosi sono la principale introduzione mostrata nella demo: utili durante i boss fight, dove il nemico era ricoperto da un'armatura di vetro che i normali pikmin non riuscivano a scalfire, e nella normale esplorazione, contro i nemici e per sfondare gli ostacoli più resistenti.

Le sensazioni sul gioco sono positive, ma, alla pari di quanto fu The Legend of Zelda: Twilight Princess per Wii, sembra più un gioco spostato su Wii U per esigenze temporali e marketing che un nuovo capitolo realizzato con le funzioni del nuovo controller in mente, praticamente escluso dalla presentazione. Detto questo, il gameplay rimane soddisfacentemente interessante e si propone di mantenere alti gli standard qualitativi della serie.

LEGGI ANCHE

Assassin's Creed 3: svelati i dettagli della versione Wii U 

GAME & WARIO

 

Per il catalogo giochi Wii U erano presenti anche Game & Wario, Nintendoland, Ninja Gaiden 3: Razor Edge, Batman Arkham City: Armored Edition e Wii Fit U. Il primo non snatura la sua identità, offrendo diversi mini-giochi. Tra i quattro presenti nella demo, il più completo era Arrow dove, sfruttando lo schermo del GamePad in verticale come un arco, dovevamo difendere le nostre fragole dai nemici che arrivavano a piedi, con il paracadute o volando.

Gli altri tre, Ski, Fruit e Shutter, erano molto brevi o di poco spessore, soprattutto Shutter, in cui era richiesto di fare delle foto ad alcuni criminali affacciati alla finestra o per strada. Ski è un mini-gioco sportivo, dove dobbiamo battere il miglior tempo in pista; Fruit invece è appositamente pensato per il multigiocatore ed è una rivisitazione di Guardie e Ladri: un giocatore utilizza il GamePad per rubare della frutta, mentre gli altri giocatori devono scoprire quale avatar ha scelto una volta scaduto il tempo a disposizione.

LEGGI ANCHE

Nintendo Direct Pre E3: svelato Wii U, Game Pad definitivo, Miiverse e funzioni social  

NINTENDOLAND


Nintendoland è considerabile il Wii Party/Wii Sports di Wii U, sebbene la sua presenza in bundle con la console sia ancora da confermare. Delle 12 attrazioni ispirate ai franchise di Nintendo annunciate e che saranno presenti nella versione completa, sono stati portati Donkey Kong, The Legend of Zelda, Animal Crossing e Luigi's Mansion. Un quinto, Takamaru's Ninja Castle, era presente, ma non riprende alcun brand principale della software house giapponese.

Il GamePad veniva sfruttato in diversi modi: per lanciare gli shuriken contro i ninja di cartone in Ninja Castle (singolo giocatore); per guidare il fantasma all'interno di labirinti di "pacmaniana" memoria, mentre gli altri giocatori, utilizzando il WiiMote in orizzontale, devono difendersi con la sola torcia e collaborare al fine di gestire la situazione al meglio, riparandosi a vicenda ed evitando di essere colpi di sorpresa dal fantasma (Luigi's Ghost Mansion, 5 giocatori); come arco in The Legend of Zelda: Battle Quest (3 giocatori), dove colui che utilizza il GamePad impersona l'arciere, mentre i due giocatori che lo accompagnano (i movimenti sono automatici) sfruttano il motion control del WiiMote e sono in prima linea dotati di spada e scudo; per guidare, tramite l'uso dei due stick analogici, le due guardie in Animal Crossing: Sweet Day (5 giocatori), dove il quinto giocatore dotato di GamePad deve difendere la città dai quattro criminali che tenteranno di rubare le caramelle; per avere una visione più ravvicinata in Donkey Kong Crash Course (singolo giocatore) che, sebbene di quelli mostrati era il mini-gioco per cui è stata studiata una soluzione meno interessante rispetto agli altri, è stato anche quello con il livello di difficoltà più alto e l'unico che non siamo riusciti a completare con successo 

Alcuni titoli, come Battle Quest, Sweet Day e Luigi's Ghost Mansion, sono appositamente studiati per il multigiocatore, mentre Crash Course e Takamaru's Ninja Castle sono esclusivamente singolo giocatore. Nintendoland è un party game in versione ridotta altalenante: Ninja Castle è quello sicuramente meno divertente e coinvolgente, mentre Luigi's Ghost Mansion e Battle Quest hanno dimostrato uno stile di gioco multigiocatore interessante, seppur niente di innovativo. Inoltre Crash Course si propone come il mini-gioco più hardcore della collection, scelta che non possiamo che guardare positivamente.

LEGGI ANCHE

Wii U: prezzo, data di uscita e specifiche in nuove indiscrezioni 

NINJA GAIDEN 3, BATMAN ARKHAM CITY E WII FIT U


Ninja Gaiden 3 e Batman Arkham City sono già usciti su console e PC, rispettivamente da tre e otto mesi, e le introduzioni con cui sfruttare la nuova console sono piuttosto secondarie. In Batman l'inventario viene gestito attraverso lo schermo touch, ma il dover abbassare la testa e selezionare l'oggetto durante uno scontro dinamico come il sistema freeflow di Rocksteady Studios ci è sembrata una scelta dubbiosa e dai risvolti altalenanti. In generale comunque, la sensazione è di un porting un po' forzato, per sfruttare il lancio di una nuova console proponendo un gioco già pubblicato con contenuti inediti dallo scarso interesse.

Medesimo discorso per Ninja Gaiden 3, la cui uscita originale è stata accompagnata da ampie delusioni e questa nuova iterazione non sembra distanziarsi da quanto già visto ed è proprio questo elemento il motivo per cui ci sentiamo di essere scettici riguardo a Razor Edge, la versione per Wii U. Lo stesso trattamento, seppure in maniera più ampliata, è stato riservato a Wii Fit U, presente all'evento con 5 esercizi fisici. Non si propone di innovare la struttura già vista nei due capitoli su Wii, ma di sfruttare la peculiarità del GamePad per giocare sul solo schermo del controller, combinando l'uso della Balance Board per il canottaggio ad esempio.

LEGGI ANCHE

Nintendo: "PS4 e Xbox 720 non avranno una grafica potente" 

NEW SUPER MARIO BROS. 2 (3DS)


Seconda gioco di Super Mario presente all'evento in forma giocabile, il game design del nuovo capitolo di New Super Mario Bros. per 3DS è completamente incentrato sulla raccolta delle monete oltre al classico superamento dei livelli platform. Una nuova trasformazione è stata quindi introdotta, coerentemente con le nuove scelte di design: Mario dorato che, sparando sfere metalliche, tramuta in monete ogni cosa colpisca. Altre monete possono essere "sbloccate" raccogliendo le classiche otto monete rosse, mentre tre grosse monete d'oro sono un ulteriore extra da raccogliere, tre per ciascun livello. A eccezione di queste introduzioni, troveremo il sistema già visto nel precedente capitolo con l'ulteriore aggiunta di una modalità cooperativa, dove il secondo giocatore impersonerà Luigi.

LEGGI ANCHE

Wii U: Amazon UK fornisce prezzo e uscita 

LUIGI'S MANSION: DARK MOON


Il fratello di Mario tornerà in un'avventura completamente dedicatagli in Luigi's Mansion 2, sviluppato esclusivamente per 3DS. La demo presente era ambientata all'inizio del gioco, dove veniamo in possesso dell'aspirapolvere anti-fantasmi e della sua prima abilità, che permette di sbloccare altre porte grazie a un power-up per la torcia che stordisce anche i nemici prima di catturarli. Il sistema di controllo deve sostituire la seconda levetta analogica mancante, ma lo fa senza soluzioni complicate, affidando a X e Y lo spostamento della telecamera; in generale, il feeling dell'avventura è lo stesso dell'originale per GameCube: ritroviamo un Luigi spaventato a morte, situazioni surreali, umorismo e l'esplorazione delle ville, dove trovare nuove chiavi, oggetti e monete. La versione di prova era molto breve e si concludeva già alla prima missione. Le sensazioni sul gioco, che promette di ampliare molto l'apprezzato pacchetto pubblicato nel 2002, sono comunque molto positive.

Wii U ha quindi confermato di essere una console dal duplice volto. Se da una parte abbiamo una line-up di titoli promettenti come ZombiU o Project P-100, dall'altra abbiamo mancanza di reali novità come New Super Mario Bros. U o Wii Fit U. Le potenzialità della console sono ancora molto celate e sebbene i titoli presentati promettano una buona, se non addirittura eccellente, qualità, nessuno di questi può ancora erigersi a paladino della console, a killer application che trascini Wii U questo fine anno. 3DS invece ha confermato la bontà della sua seconda metà del 2012, grazie a Luigi's Mansion 2 e New Super Mario Bros. 2, gli unici presenti giocabili, senza contare gli altri titoli potenti in arrivo come Paper Mario: Sticker Star, Kingdom Hearts: Dream Drop Distance, Castlevania: Lords of Shadow - Mirror of Fate o Epic Mickey: Power of Illusion.

Wii U
Wii U
Wii U
Project P-100
Super Mario
Pikmin 3
Game
Nintendoland
1 2 3 4 5 6 7 8 9
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +5
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci