• Share
  • OkNotizie
  • +4
  • 0

Di Valentina Beli | 21.06.2012 12:47 CEST

Questo matrimonio non s'ha da fare, parola di Alberto Perino.

Smentita secca da parte del leader No Tav nonché ex sindacalista della Cisl, che a chi lo vorrebbe al timone del Movimento di Beppe Grillo risponde senza troppi giri di parole: "Io queste cose qui non le faccio".

Seguici su Facebook

L'uomo che l'ex comico genovese nel 2011 aveva incoronato come personaggio dell'anno prende le distanze e specifica: "Non ho alcuna intenzione di candidarmi, neanche mi pagassero. Sono già sovraesposto. E poi, basterebbe leggersi il sito di Beppe Grillo per vedere chi può candidarsi: bisogna essere giovani e incensurati. Io non sono in possesso di nessuna di queste due precondizioni".

Alberto Perino ha 66 anni e qualche problemino con la giustizia, per via delle sue battaglie No Tav, lo ha avuto eccome. Risale al 1972 una condanna per stampa clandestina. "Ma ho anche una serie di denunce - aggiunge senza remore l'ex sindacalista - dovute alla mia lotta contro il Tav, da far paura...".

E sulla possibilità di scendere in politica dichiara "Nessuno si sogna di fare cose del genere. Qui in Valle ho già avuto gente che mi conosce molto bene e che mi ha detto: guarda che se ti candidi perdo la stima in te. Sa, noi abbiamo l'esempio del sindaco di Sant'Antonino che ha utilizzato il movimento dei No Tav per costruirsi la sua carriera politica. Io invece tutto quello che ho fatto non l'ho mai fatto per secondi fini. Non vorrei cominciare oggi".

Ed è forse proprio questa trasparenza mista a genuinità e alla poca voglia di apparire ad attrarre Grillo, che di Perino sul suo blog ha scritto: "È odiato dai partiti e da sempre nel mirino della magistratura. È un eroe civile. Un italiano che dedica la vita alla sua comunità. Che sfida il Potere, con la P maiuscola. Quanti possono dire lo stesso?"

Ma il leader dei No Tav alle elezioni non ci pensa nemmeno e conclude. "Questa storia della mia candidatura è una cavolata messa in giro per attaccare lui".

Leggi anche

Grillo invoca il diritto di sputo virtuale e la trasparenza sugli stipendi dei politici 

 attivisti No Tav in Val di Susa.
(Foto: Reuters / Giorgio Perrottino)
attivisti No Tav in Val di Susa.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +4
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci