• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Angela Cinicolo | 22.06.2012 09:19 CEST

Per la 65esima edizione del Festival del film Locarno il Pardo d’onore, attribuito da oltre vent'anni a un maestro del cinema contemporaneo, è stato attribuito a Leos Carax. Il nome del regista francese segue quello di Abel Ferrara, vincitore dello scorso anno, e si aggiunge a una lista di cineasti che comprende Manoel de Oliveira, Bernardo Bertolucci, Ken Loach, Jean-Luc Godard, Abbas Kiarostami, Aleksandr Sokurov, Hou Hsiao-hsien e William Friedkin.

Seguici su Facebook

Per l’occasione saranno proiettati durante la kermesse svizzera i suoi cinque lungometraggi: Boy Meets Girl (1984), Rosso sangue (1986), Gli amanti del Pont-Neuf (1991), Pola X (1999) e Holy Motors (2012) ­­nonché il film collettivo Tokyo!, di cui Carax ha diretto l’episodio Merde (2008). Il giorno successivo alla cerimonia di consegna del premio, che avrà luogo in Piazza Grande, Leos Carax terrà una conversazione con il pubblico aperta a tutti.
Olivier Père, direttore artistico del festival, ha dichiarato di essere «molto onorato di invitare a Locarno Leos Carax, uno dei più grandi autori del cinema mondiale. Le sue creazioni Boy Meets Girl e Rosso sangue sono i manifesti estetici più autentici degli anni Ottanta. Gli amanti del Pont-Neuf è un sogno di cinema poetico animato dalle aspirazioni più alte e Pola X sprigiona una bellezza, una sincerità e un’estensione sconvolgente e rappresenta per me il capolavoro di Carax. Holy Motors può essere già considerato uno dei migliori film dell’anno, un viaggio folgorante in cui vita e cinema si mescolano in un intreccio di emozioni e visioni sorprendenti».

Per il quarto anno consecutivo il Pardo d’onore è sostenuto da Swisscom, sponsor principale del Festival del film Locarno dal 1998. L'edizione 2012 del festival si terrà dall'1 all’11 agosto.

Leos Carax
(Foto: Wild Bunch 2012 / )
Un'immagine del regista
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Rate this Story
  • 0
  • 0
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte

Partecipa alla discussione

IBTimes TV
Follow IBTimes Entertainment