• Share
  • OkNotizie
  • +4
  • 0

Di Valentina Beli | 25.06.2012 17:24 CEST

Una distesa che si estende a perdita d'occhio interamente ricoperta da pneumatici, pannelli solari dismessi e quintali di eternit. Venti per la precisione. E' questo lo scenario che si è aperto agli occhi della Guardia di Finanza di Brindisi tra i terreni agricoli di San Vito dei Normanni e Latiano.

Seguici su Facebook

Per limitare i rischi provocati dalle fibre d'amianto disperse nell'aria, il sito sequestrato è stato circoscritto dai finanzieri con appositi nastri segnalatori e cartelli e sarà bonificato al più presto, la preoccupazione infatti è che l'amianto, già in frantumazione, disperda polveri tossiche nell'atmosfera.

Mentre la Procura apre un'inchiesta e cerca i responsabili - è già stato avviato un procedimento penale contro ignoti - l'area verrà sottoposta ad un'operazione di bonifica. Al vaglio degli investigatori tutto il materiale ritrovato, dalle batterie dei fuochi pirotecnici ai pannelli solari, che potrà essere utile nello svolgimento delle indagini.

Discarica
(Foto: Reuters / )
Monitorare le discariche costantemente è molto importante
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +4
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci