In viaggio con la prima Lonely Planet tra sterrati, mari e mezzi rimediati

Di Federica Rondino | 27.06.2012 14:31 CEST
Dimensione testo + -

Sono stati pubblicati i nomi dei vincitori del concorso fotografico Tu e Lonely Planet indetto dalla casa editrice EDT per festeggiare i 20 anni di pubblicazione in italiano delle guide più utilizzate al mondo dai viaggiatori on the road. A vincere il concorso e il viaggio in Malaysia, è stata la fotografia di Alessia Pagano capace di cogliere " l'attimo di un viaggiatore che nel fluire frenetico della vita di una grande città dell'Asia si affida alla nostra guida in cerca di un punto di riferimento e di uno strumento con il quale viaggiare e dal quale attingere indicazioni indispensabili". Il secondo e il terzo posto sono stati rispettivamente assegnati a Marzia Fronza e Maurizio Guido.

Seguici su Facebook

Ma quest'anno la Lonely Planet festeggia anche un altro importante anniversario: 40 anni fa Tony e Maureen affrontarono il viaggio da cui nacque l'idea delle guide Lonely Planet. Era il 1972 quando Tony e Maureen Wheeler si presero un anno sabbatico e, partendo da Londra su un grottesco minivan, guidarono fino a Kabul. I due viaggiatori venderono qui il loro mezzo e continuarono l'avventura fino all'Australia attraverso tutta l'Asia e percorrendo l'hippy trail. Decisero di documentare il loro incredibile viaggio con lo scritto e i disegni per poi regalare il diario ai loro amici. E' da questa avventura, tra sterrati e mezzi d'emergenza con in tasca solo pochi spiccioli, che ha preso vita il viaggio Lonely Planet. Grazie all'entusiasmo di due giovani degli anni '70 i viaggiatori di tutto il mondo possono partire con lo stesso spirito libero che ispirò la coppia Wheeler. Per festeggiare i 40 anni, la guida Across Asia on the cheap è stata rieditata e la si può scaricare gratuitamente dal sito: un modo questo per condividere ancora una volta un'esperienza con tutti gli appassionati viaggiatori."È una lettura che contiene già i capisaldi della filosofia Lonely Planet e - continua Tony Wheeler - rappresenta un album di ricordi interessante per capire quanto sia cambiato il mondo, per sottolineare ancora una volta il valore del viaggio e la necessità di avere informazioni affidabili e autorevoli". 

 

 

Pubblicata la prima Lonely Planet
( Foto : Tony e Maurice Wheeler / Federica Rondino )
Una guida del viaggio com'era e come sarà
This article is copyrighted by International Business Times.
Join the Conversation
IBTimes TV