Auto dell'anno 2012" e "World Green Car of the Year 2011", Opel Ampera: 500 km di autonomia in 4 ore.

  • Share
  • OkNotizie
  • +3
  • -1

Di Gabriele Rossi | 01.07.2012 12:08 CEST

Sarà l'elettrica del presente la nuova Opel Ampera, auto in grado di affrontare circa 500 km con una ricarica di 4 ore, di viaggiare a zero emissioni per circa 60 km e di abbattere senza esitazioni l'ansia di rimanere a piedi. Si tratta di un'ecologica affidabile, grintosa, dal design accattivante che non si perde in fronzoli, ponendo la concretezza come fulcro della sua essenza; come ci riesce? Scopriamolo.

Seguici su Facebook

Ampera, tedesca made in USA (prodotta a Detroit insieme alla gemella di progetto Chevrolet Volt) rappresenta il nuovo concetto di mobilità secondo Opel e porrà le basi per una diversa concezione dell'auto.

La sua motorizzazione tecnologicamente avanzata, supportata da un gruppo batteria agli ioni di litio da 16 KWh e 600 celle, è in grado infatti di garantire una coppia di 370 Nm e 111 Kw di potenza, equivalenti a 150 cv, senza ingombrare.

La vettura viene spinta da 0 a 100 km/h in 9 secondi, con una velocità di punta di circa 160 Km/h, avvicinandosi alle prestazioni di un moderno v6 turbodiesel.

Ma non è finita qui, la nuova Opel infatti si "autoricarica", grazie ad un motore a benzina 1.4 da 63 KW e 86 cv che funge esclusivamente da generatore, scollegato dalla trasmissione, secondo la tecnologia denominata E-REV. Questa è la chicca che le consente di raggiungere 500 Km di autonomia, rendendo possibile grandi spostamenti e mantenere chiara un'unica parola chiave "indipendenza".

Ampera si pone in automatico su un gradino di nicchia rispetto alle altre concorrenti "pulite" e invoglia il consumatore ad acquistare senza ansia una auto del futuro "pratica", pronta per la frenesia quotidiana.

Per i primi 40-80 Km (a seconda di come la si usa) emissioni a "zero" e bassissima produzione di CO2 con l'alimentatore a benzina, forniranno giusta soddisfazione al consumatore ecologico, lasciando a zero critiche di ambientalisti o ecologisti.

Freni che sfruttano l'energia cinetica per ricaricare l'auto ed aerodinamica appositamente studiata nel frontale (per contribuire a ridurre le emissioni ed i consumi) competano il pacchetto innovazioni ed evidenziano come nulla sia stato trascurato.

Ampera è oltre che tecnologia, è anche innovazione di stile e design, dotata di una linea dal frontale aggressivo e futuristico, e da un retrotreno originale vagamente "jappo".

Questa Opel è stata non a caso denominata "Auto dell'anno 2012" e "Green Car of the Year 2011" e farà ancora parlare a lungo di se grazie alle 5 stelle ottenute dall'Euro NCAP.

L'altro aspetto che gli ingegneri hanno saputo ben affiancare all'innovazione espressa è infatti quello riguardante la sicurezza, che rende questa Opel completa a 360 gradi.

La scocca è costruita per l'80% in acciaio ad alta resistenza, donando alla vettura rigidità e resistenza, otto Airbag frontali, (laterali ed a tendina) proteggono da ogni impatto i passeggeri, e cinture di sicurezza a doppi pretensionatori, pedaliera sganciabile, poggiatesta attivi, completano il pacchetto.

Dal momento della sua commercializzazione Ampera è risultata essere l'auto più venduta in Europa, facendo segnare nei Paesi Bassi un 77% di acquisti seguito dal 50% della Germania e regalando grande soddisfazione non solo ad Ennio Fuchs, responsabile e-mobility Opel che ha così riassunto il clima di entusiasmo: "Siamo orgogliosi di essere al primo posto in Europa, i dati di vendita ed il riscontro dei nostri clienti confermano che con Ampera abbiamo sicuramente imboccato la strada giusta."

In sicurezza, nel silenzio elettrico, per lunghi o brevi tragitti, Opel Ampera saprà accompagnarvi senza deludere ed in definitiva senza farvi spendere troppi soldi (45.500 €), lasciando la coscienza "eco" limpida e splendente.

 

 

Opel Ampera
(Foto: Reuters / )
Opel Ampera
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • -1

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci