• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Giovanni Tortoriello | 03.07.2012 11:32 CEST

Dal 1 luglio telefonare, inviare sms e navigare in internet mentre si viaggia all'estero costa molto meno. L'Unione Europea, infatti, ha stabilito un nuovo regolamento comunitario per gli utilizzatori di serviza mobili in uno Stato Ue diverso dal proprio.

Seguici su Facebook

I nuovi limiti tariffari, IVA esclusa, imposti alle compagnie telefoniche passano da 49 centesimi al minuto a 29 centesimi per le chiamate in uscita e da 24 a 8 centesimi per le chiamate in entrata. Se si considera anche l'IVA, i prezzi massimi salgono a 35 centesimi al minuto per effettuare una chiamata e 10 centesimi per ricevere. Si abbassa a 9 centesimi (11 IVA inclusa) il costo degli sms, mentre scaricare dati o consultare internet all'estero costerà 70 centesimi al megabyte (84 centesimi IVA inclusa).

Si tratta di una riduzione dei prezzi graduale che proseguirà anche nei prossimi anni. Il prezzo del traffico dati scenderà a 45 centesimi a megabyte a luglio 2013 e a 20 centesimi (24 centesimi IVA inclusa) a luglio 2014. Inoltre a luglio 2014 il prezzo degli SMS scenderà a 6 centesimi, quello delle telefonate effettuate a 19 centesimi e quello delle telefonate ricevute a 5 centesimi.

L'equiparazione dei prezzi consentirà agli utenti di stipulare contratti "ad hoc" in roaming con gestori telefonici stranieri, pur mantenendo il proprio numero nazionale. Le persone saranno, inoltre, avvertite tramite email, sms o blocco pop up quando si avvicineranno ad una spesa di 50 euro o al loro limite preventivato di trasferimento dati. Dovranno accettare di superare tale limite per continuare lo scambio di dati in roaming.

L'intenzione dell'Unione è quella di aprire il mercato incentivando la concorrenza. Neelie Kroes, Commissario Europeo per l'Agenda Digitale, ha sottolineato: "L'introduzione dei limiti tariffari per il trasferimento dati rende accessibili i servizi di roaming alla generazione smartphone e mette fine una volta per tutte alle tariffe esorbitanti all'interno dell'Ue".

 

 

Criptare le chiamate
(Foto: REUTERS / Ferran Paredes)
Criptare le chiamate ora si può grazie ad un app Android
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci