Polemica GAY nel calcio. La SEREDOVA "Facciamo spogliatoi separati"

Di Francesco Saverio Damiano | 06.07.2012 14:46 CEST
Dimensione testo + -

QUESTIONE GAY. Tutto nacque dalle affermazioni di Alessandro Cecchi Paone, a cui seguì la poco elegante risposta di Fantantonio Cassano in una conferenza stampa durante Euro 2012. Da quel momento in poi la questione "gay nel calcio" ha fatto parlare vip e persone comuni in tutt'Italia.

Seguici su Facebook

SPOGLIATOI SEPARATI. Fanno discutere in particolar modo le dichiarazioni di Alena Seredova, la moglie del capitano della Juventus e della Nazionale Gianluigi Buffon, che a Vanity Fair ha detto che se realmente dovesse esserci qualche omosessuale o metrosessuale dovrebbero esserci anche spogliatoi separati.

LE PAROLE DELLA SEREDOVA. Queste le dichiarazioni della Seredova che creeranno sicuramente discussioni: "Se un calciatore dichiarasse la propria omosessualità, si creerebbe imbarazzo nello spogliatoio e forse se ne dovrebbe creare uno dedicato. Sarei gelosa, lo ammetto, se un uomo guardasse Gigi con i desiderio con cui lo guardo io."

IRONICA LA MOGLIE DI DIAMANTI. Di diverso tono, invece le dichiarazioni di Silvia Hsieh, la moglie di Diamanti: "Con Alessandro ci scherzo su, perché lui ama i profumi e le creme per il corpo, e quando arriva a letto gli dico 'puoi non dirmelo troppo tardi se sei tu il metrosessuale in Nazionale?'"

LEGGI ANCHE: Vacanze HOT per BOATENG e Melissa Satta

PATTINAGGIO. Carolina Kostner: "Lascio"

 

 

BECKHAM sospeso e multato per comportamento violento 

 

Gianluigi Buffon
( Foto : Reuters / )
Gianluigi Buffon
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
Join the Conversation
IBTimes TV
SEGUI SPORTS & STARS
 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci