• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Redazione IBTIMES | 09.07.2012 16:37 CEST

C’è un po’ di confusione nella diffusione della notizia di un’epidemia di colera sviluppatosi nell’isola di Cuba. Da una parte i rappresentanti del Governo che tendono a rassicurare la popolazione con comunicati tipo: «La situazione è sotto controllo», e limitano a 3 il numero della persone morte «tra i 66 e i 95 anni, affetti da problemi cronici di salute».

Seguici su Facebook

Dall’altra, invece, i dissidenti cubani dipingono una situazione seria con almeno 30 decessi e più di 1000 contagiati. Sta di fatto che il vicino Messico, per non correre rischi, ha allertato gli aeroporti interessati al traffico con Cuba affinché siano adottate tutte le misure necessarie nei confronti dei viaggiatori provenienti da quelle zone. Il primo focolaio, poi estesosi anche ad altre importanti città fra cui l'Havana, dove si registra già un caso accertato, si sarebbe sviluppato a Manzanillo, nella provincia orientale di Granma, probabilmente a causa delle recenti piogge che hanno provocato l’inquinamento della rete idrica.

Secondo altre fonti, invece, il colera sarebbe giunto a Cuba da Haiti, portato dai numerosi medici e paramedici cubani recatisi lì per fronteggiare i focolai infettivi di colera che minacciavano quella zona. Stando ad alcune segnalazioni, nell’isola ci sarebbero anche casi di dengue, una malattia emorragica che si contrae per la puntura di un particolare tipo di zanzara. Il Governo volutamente non si mostra preoccupato per la situazione, temendo gli effetti negativi che potrebbe avere, su un ramo importante dell’economia cubana quale il turismo, la diffusione di informazioni su un’ epidemia di colera.

L'Havana, Cuba
(Foto: Reuters / )
L'Havana, Cuba
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci