• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di David Pascucci | 13.07.2012 09:20 CEST

In molti hanno sentito parlare di Bund, soprattutto per via del famigerato spread decennale con l'italico Btp, ma molti non sanno che è una bomba pronta ad esplodere che avrebbe effetti devastanti (o quasi) per quelle banche e istituzioni che lo detengono nei loro portafogli, soprattutto per la Germania. Perché?

Reuters
German Chancellor Merkel reacts as she leaves after addressing a news conference with Dutch PM Rutte at the chancellery in Berlin

Share This Story

Da non perdere

Seguici su Facebook

Bund come bene rifugio - Il titolo decennale tedesco, è considerato dal mercato come un vero e proprio bene rifugio per gli investitori europei, forse al pari dei preziosi (oro in primis) e di valute come Yen e Franco Svizzero. Il problema sorgerebbe nel momento in cui altri titoli di Stato o altri mercati divenissero più appetibili a scapito, appunto, del Bund.  

Prezzo - Facendo la premessa che i future vengono usati come copertura del rischio (hedging) grazie alla richiesta di margini, possiamo dire che il future sul Bund prezza molto alto. Ora sopra la soglia dei 140, il Bund lotta per arrivare a 145 per poi puntare 150, una soglia molto pericolosa considerato che il sottostante è un titolo di Stato il cui prezzo non può correre all'infinito. Il prezzo elevato, in caso di possibilità di risoluzione della crisi, comporterebbe dei sell-off (vendite) molto pesanti, paragonabili a quelle dello scoppio di una bolla.

Altre osservazioni a riguardo le potremmo fare rispetto ai movimenti di quest'ultimo rispetto ai mercati azionari: sapendo che esiste una correlazione negativa tra Bund e Eurostoxx (il primo sale, l'altro scende e viceversa), vediamo che, in un movimento ribassista, il Bund è molto più forte, indice di forte propensione alla vendita.

Al di là di ciò, il sottostante ha dei rendimenti negativi, il che lo esporrebbe (come detto prima) al rischio di flight to quality verso assets che, prima o poi, diverranno più appetibili del decennale tedesco.

Le forti vendite sul Bund costringerebbero la forte e austera Germania verso un aumento del costo del debito e dei suddetti interessi passivi, costi molto pesanti in caso di forti vendite sull'asset di riferimento.

La Germania trema - In realtà la Germania è molto più fragile di quanto possiamo pensare ed è tenuta sulle spine da investitori, istituzionali e non, pronti a vendere l'asset appena se ne presenti l'occasione. Cosa ne penserà la Merkel?  

 

 

Germany
(Foto: Reuters / )
German Chancellor Merkel reacts as she leaves after addressing a news conference with Dutch PM Rutte at the chancellery in Berlin
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci