• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • 0

Di V.B. | 18.07.2012 09:06 CEST

Tutto o quasi purché se ne vada. L'ex igienista dentale di Berlusconi nonché consigliera regionale del Pirellone se ne deve andare. Troppi scandali e soprattutto un'immagine poco vincente per le ormai vicinissime elezioni 2013.

Seguici su Facebook

Il Pdl ha bisogno di un forte segnale di cambiamento, e l'ex premier e il suo vice Alfano vedono proprio nella "cacciata" della Minetti il primo segnale di svolta.

Peccato che lei non ci sta, o meglio, visto il grande sacrificio (più che di immagine verrebbe da dire economico) sta trattando per la contropartita. Lasciare l'incarico prima della naturale scadenza della legislatura non solo significherebbe rinunciare alla lauta pensione prevista per i consiglieri regionali, ma anche dire addio a due anni e mezzo di stipendio, che tra parte fissa e rimborsi vari ammonterebbe circa a 800mila euro. Lira più lira meno a quanto la Minetti, secondo fonti vicine al Cavaliare, avrebbe chiesto per lasciarsi alle spalle la porta del Pirellone.

Altrimenti, per limare i conti potrebbe contribuire anche qualche incarico a Mediaset. Insomma, la Minetti per lasciare vuole una sostanziosa buonuscita. La cena di ieri con il Cav sarebbe servita proprio a discutere del compenso.

Leggi anche:

La Minetti vende bracciali per arrotondare lo stipendio 

Nicole Minetti e l'enigma delle dimissioni 

 

 

Nicole Minetti
(Foto: Reuters / Alessandro Garofalo)
Nicole Minetti.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci