• Share
  • OkNotizie
  • +5
  • 0

Di Massimiliano Di Marco | 01.08.2012 15:48 CEST

  • Piattaforme: PlayStation 3, Xbox 360, PC, Nintendo DS, Nintendo Wii, Ps Vita
  • Genere: Free Roaming
  • Sviluppatore: Beenox
  • Distributore: Activision
  • Numero giocatori: 1
  • Età consigliata: 16 +

Se si pongono Batman: Arkham Asylum e Batman: Arkham City come punti moderni di riferimento per le trasposizioni videoludiche su licenza, The Amazing Spider-Man: Il Videogioco ne esce a pezzi. Il gioco è estremamente lineare e poco longevo (la storia principale viene completata, a livello normale di difficoltà, nell'arco di 7 ore) e soffre di molti elementi che, da sempre, contraddistinguono i tie-in dei film, soprattutto la necessaria aderenza narrativa al materiale di riferimento, in questo caso la pellicola diretta da Marc Webb.

Seguici su Facebook

Tale fattore ha quindi costretto gli sviluppatori a un lavoro limitante che non gli ha permesso di esplorare nemici, situazioni e relazioni più variegate e ampie. Sicuramente un enorme peccato perché buona parte di quanto realizzato da Beenox Studios riesce a essere fedele al personaggio, per lo meno alle sue note caratteriali che il grande pubblico ha imparato a conoscere. Non di rado urli di entusiasmo verranno lanciati mentre l'Uomo-Ragno si dondola tra i grattacieli di Manhattan e frasi di scherno saranno usate contro i nemici, con il modo di fare un po' arrogante e un po' scanzonato tipico del personaggio. Le caratteristiche positive di questa produzione, però, non si fermano all'atteggiamento del protagonista.

Beenox è infatti riuscita nell'intento di riportare su schermo le capacità e le movenze di Spider-Man, regalando un feeling molto buono. Le mosse in combattimento sfruttano completamente le abilità del personaggio, principalmente la sua agilità e la possibilità di lanciare ragnatele che, nell'economia del gioco, significano un set di mosse non particolarmente ampio, ma comunque vario e divertente, con la possibilità di immobilizzare i nemici nella nostra rete, lanciarli verso oggetti dello scenario o fuggire dalla loro vista per poi ritornare e attaccarli di sorpresa, se il luogo del combattimento è abbastanza ampio e al chiuso.

In tema combattimenti, una nota di elogio va agli scontri all'aperto contro i robot di Allistaire Smythe, principale antagonista dell'avventura che, nell'ottica dell'ultimo film, si posiziona immediatamente dopo l'incarcerazione di Curt Connors alias Lizard. Tali battaglie riescono molto bene a unire lo spostamento in aria tra gli edifici della metropoli con un discreto uso della telecamera e di spettacolarità, peccato solo per l'essenza stessa del combattimento, agevolata da indicazioni su schermo e, in generale, piuttosto facile e semplicistica, che ne rovina in parte l'esperienza.

Con le produzioni di Rocksteady Studios non esiste solo un paragone qualitativo. Ad Arkham Asylum e Arkham City, The Amazing Spider-Man deve la propria struttura di gioco: dal macro livello rappresentato dalla città di Manhattan dove raccogliere anche missioni extra dalla durata di pochissimi minuti (ed eccessivamente uguali), fino alle modalità delle sessioni stealth e al sistema di combattimento utilizzato per efficacemente trasporre le abilità di un supereroe di fronteggiare più nemici alla volta. Un sistema che comunque funziona e, grazie al lavoro fatto da Beenox con le animazioni di Spider-Man, regala molte soddisfazioni, seppur aiutato dalla scarsa intelligenza artificiale, ma è impossibile non notare quanto, paradossalmente, di Batman ci sia all'interno di questo gioco.


Alle soddisfazioni in sede di lotta contro i criminali e gli infettati (il gioco è ambientato durante un'epidemia ibridante), si riscontra una ripetitività di fondo molto importante. Le missioni extra sopra accennate non riescono nell'intento di variegare l'esperienza, a causa di una realizzazione approssimativa e legata unicamente all'allungamento della longevità. Completando al 100% il gioco, obiettivo che richiede anche di raccogliere tutti gli oggetti sparsi per i vari livelli (affrontabili anche successivamente dal completamento della storia principale), la durata della partita supera le 10 ore, ma il tempo aggiuntivo è sicuramente poco interessante.

Ha sicuramente sorpreso questo tie-in, pur con i suoi limiti. Le aspettative sul gioco erano piuttosto basse, a causa della sua natura e delle precedenti esperienze con il personaggio di Beenox che pur provando a esplorare ambientazioni inedite non è mai riuscito a trovare la chiave di volta. Invece The Amazing Spider-Man: Il Videogioco riesce nel suo intento, traspone sufficientemente le capacità del personaggio e riesce a divertire, nonostante diverse problematiche nella longevità, nella varietà di gioco e nella cura generale.

Anche a livello grafico si può trovare questo duplice aspetto, altalenante. Alle visivamente ottime sequenze all'aperto e al generale buon'impatto grafico, si affiancano problemi di aliasing e di scarsa definizione di molte superfici e oggetti su schermo, ma in generale ci si può ritenere soddisfatti del lavoro fatto dallo sviluppatore. Siamo quindi lontani dall'esperienza tanto attesa dagli appassionati del personaggio, ma l'ultima fatica Beenox potrebbe soddisfare qualche palato, probabilmente a un prezzo inferiore.

Voto: 6,5 su 10

 

LEGGI ANCHE

The Amazing Spider-Man - La recensione

Dead Space 3 - Anteprima

The Amazing Spider-Man: tutti i video e dettagli del videogioco in uscita

The Amazing Spider-Man videogame
(Foto: Marvel / )
Un concept del videogioco
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +5
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci