• Share
  • OkNotizie
  • +4
  • -4

Di Valentina Beli | 02.08.2012 14:02 CEST

I funzionari della camera dei deputati -e qualche parlamentare anche- non ci stanno. La cura dimagrante va bene, ma la facciano gli altri. Così i dipendenti che lavorano a Montecitorio sono stati chiari: provate a tagliarci gli stipendi, e noi vi renderemo la vita difficile.

Seguici su Facebook

La Spending Review prevede tagli alla camera per 150 milioni in tre anni. E i funzionari hanno pensato bene di prendere carta e penna e di scrivere una lettera. "Un'eventuale delibera con efficacia dispositiva che incida sullo stato giuridico e il trattamento economico del personale della Camera assunta al di fuori delle procedure di contrattazione con le organizzazioni sindacali costituirebbe una grave violazione. I consiglieri si riservano, fin da ora, di adire le vie della tutela giurisdizionale".

Come a ribadire che la Casta non si tocca a meno che non si voglia incorrere in pesanti conseguenze già annunciate.

Leggi anche:

Briatore: "Voto Renzi, dice cose normali" 

Fornero: "Ce l'hanno con me perché sono una donna" 

"Memorie di una baGheisha": ecco il film della Minetti secondo il web 

 

 

 

 

Parlamento
(Foto: Reuters / Alessandro Bianchi)
Un"immagine di una votazione in Parlamento.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +4
  • -4

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci