• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Giovanni Tortoriello | 02.08.2012 15:31 CEST

Si avvicina l'epoca delle batterie litio-aria, un sistema di accumulo che apre nuove prospettive per il rinnovamento energetico e il trasporto compatibile su strada.

Seguici su Facebook

Uno studio pubblicato sulla rivista Nature Chemistry e realizzato dal professor Bruno Scrosati dell'Università La Sapienza di Roma in collaborazione con Yusef Hassoun del Dipartimento di Chimica della Sapienza e Yang-Kook Sun dela Hanyang University di Seoul in Corea, è riuscito a risolvere i problemi di scarsa reversibilità e di limitata durata che fino ad oggi hanno frenato lo sviluppo di queste batterie. Tale risultato è stato possibile grazie alla realizzazione di una configurazione innovativa della batteria che ne ha permesso l'operazione per oltre 100 cicli di carica e scarica. "L'innovazione - spiega Bruno Scrosati in un comunicato rilasciato dall'ateneo romano - risiede nella scelta di un materiale elettrolitico che, essendo stabile nell'ambito elettrochimico della batteria, ne consente la ciclazione prolungata e nella morfologia dell'elettrodo positivo che regola il flusso diffusivo dell'ossigeno nella cella".

Queste batterie, combinando un metallo leggero ad alta capacità come il litio all'ossigeno, un gas ampiamente disponibile nell'atmosfera, sono ideali per la propulsione di veicoli di prossima generazione, anche perchè offrono potenzialità energetiche nettamente superiori rispetto a quelle delle attuali batterie.

Il passo in avanti per risolvere i problemi di stabilità delle batterie al litio-aria è stato ottenuto anche grazie ad una soluzione proposta da un gruppo di ricercatori dell'università britannica di Saint Andrews. In un articolo pubblicato sulla rivista Science i ricercatori britannici guidati dal professor Zhangquan Peng hanno messo a punto un nuovo (elettrolita) che conduce gli ioni di litio da un polo all'altro della batteria.Gli scienziati sono riusciti, contemporaneamente, a risolvere il problema della stabilità utilizzando per l'elettrodo un liquido costituito esclusivamente da ioni e a migliorare ulteriormente l'efficienza usando, in sostituzione del tradizionale elettrodo poroso in carbonio, un elettrodo d'oro con dei microscopici nanopori.   

Leggi anche:

Una bici ecologica fatta solo di cartone (Video)

Toyota Prius addio. Adesso c'è la Pius, l'auto elettrica fai da te

"eHighway e Filotruck": autostrade elettriche e trasporti eco-sostenibili -VIDEO-

Le nuove auto elettriche verranno alimentate dalle ruote, ci sono riusciti in Giappone

Trasformare l'auto a combustibile in auto elettrica

 

 

Studio USA
(Foto: REUTERS / Issei kato)
Toyota e Smart le auto più "sostenibili" sul mercato
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci