• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Emiliano Ragoni | 02.08.2012 19:12 CEST

L'avvocato di Cagliari Paola Musu ha depositato qualche mese fa una denuncia contro la classe politica del Governo Monti e del Presidente Della Repubblica Napolitano. In un video spiega come la classe politica dell'ultimo ventennio abbia manipolato la nostra Costituzione piegandola agli interessi di un'élite speculativa e svuotandola dei suoi principi cardini che erano fondati sullo  Stato di Diritto, Sovranità Popolare e Democrazia. 

Wikimedia commons
L'IMU ha portato nelle casse dello Stato italiano 9,6 miliardi di euro

Share This Story

Da non perdere

Argomenti correlati

Seguici su Facebook

Più notizie

La classe politica, per soddisfare gli interessi economici di pochi, ha agito in modo incostituzionale celandosi dietro una democrazia in realtà dittatoriale che  ha regalato l'Italia a speculatori di ogni genere buttandola nel baratro dell'attuale recessione economica. L'avvocato esorta i cittadini italiani ad appoggiare la sua denuncia affinché il popolo italiano, usurpato di ogni bene e potere , torni sovrano.Sulla sua pagina di facebook, sono quasi 20mila a sostenerla.

Ecco i reati imputati alla classe politica che ci ha governato e continua a governarci:
241 codice penale: attentato contro integrità, indipendenza unità dello Stato Italiano; 270 cp: associazioni sovversive; 283 cp: attentato contro la Costituzione dello Stato Italiano; 287 cp: usurpazione di potere politico; 289 cp: attentato contro gli organi costituzionali; 294 cp: attentato contro i diritti del cittadino; 304 cp: cospirazione politica mediante accordo; 305 cp: cospirazione politica mediante associazione.


"La denuncia sporta è maturata nella progressiva presa di coscienza della condotta dell'intera classe politica che nell'arco dell'ultimo ventennio ha letteralmente consegnato il popolo Italiano nella mani di organismi esterni allo stato di carattere extra e sovranazionale e palesemente collegati con le principali lobby finanziarie in aperto contrasto con la carta costituzionale e con i principi fondamentali del nostro ordinamento. Sono loro i responsabili della crisi economica che stiamo attraversando e sono sempre loro che stanno continuando ad alimentarla in una terribile spirale recessiva. La chiave di volta di tutta questa operazione stà nella moneta,nel potere di emissione della moneta a partire dal 1992, anno in cui  è iniziata una manovra subdola una costante e progressiva sottrazione del controllo della moneta dallo stato ed in favore delle banche opportunamente privatizzate compresa la Banca d'Italia. Con la legge n. 35 del 29 gennaio 1992 Carli-Amato, mentre tutti eravamo distratti da tangentopoli ed un'intera classe politica, veniva disposta la privatizzazione degli istituti di credito ed enti pubblici compresa la Banca d'Italia".

"Contenuto essenziale della sovranità di un popolo è dato dalla propria sovranità in materia di politica monetaria, economica e fiscale: è con essa, ed attraverso i suoi strumenti, che un popolo determina le sue sorti. Svuotare un popolo e la sua sovranità di quello specifico contenuto significa, e comporta, privarlo della sovranità stessa, in quanto lo si priva dalla facoltà e dal potere di determinare il proprio destino ed il proprio stesso "essere", compromettendone la sua stessa esistenza".

Quindi la causa della crisi finanziaria risiede nella questione economica e per l'esattezza nella sovranità monetaria che non è più del popolo come affermato dall art.1 della costituzione ma, in seguito all adozione dell'euro, della Banca Centrale Europea che agisce dando ordini in materia di politiche economiche al Governo Monti.

La Banca Centrale Europea e la Banca d'Italia nonostante l'immagine di "istituzione pubblica" che trasmette ai cittadini, sono in realtà regolate  da un'associazione di privati cittadini dediti alla pratica dell'usura e alla speculazione di massa. In breve significa che i banchieri e i politici hanno "privatizzato" la Banca d'Italia e con essa il denaro dei cittadini.

L'unica soluzione sarebbe, per l'avvocato, uscire dalla comunità europea e dall'eurozona, ridefinire i rapporti con gli altri stati  ripristinando  le regolamentazioni economiche del vecchio trattato CEE e  restituire la sovranità monetaria allo stato italiano con il ritorno ad una propria moneta.

Inserisci i link 

http://www.scribd.com/doc/87677876/Denuncia-in-Procura-Del-2-Aprile-2012#fullscreen


http://www.youtube.com/watch?v=-o6IXofyBWI&feature=share

Euro
(Foto: Wikimedia commons / )
L'IMU ha portato nelle casse dello Stato italiano 9,6 miliardi di euro
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

Più popolari

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci