• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di Gabriele Rossi | 06.08.2012 19:47 CEST

 

 

Reuters
latte

Share This Story

Da non perdere

Argomenti correlati

Seguici su Facebook

L'uomo è l'unico "animale" che dopo lo svezzamento continua ad assumere latte.

Dal latte materno, il bambino riceve le componenti nutritive fondamentali per la sua fase di crescita: acqua, proteine, grassi, zuccheri, ferro, vitamine, enzimi e fermenti lattici. Com'è facile immaginare, in ogni mammifero, il latte ha una composizione nettamente diversa e appropriata alle esigenze dei diversi cuccioli.

Quanto appena detto si correla con il discorso secondo il quale, il latte vaccino è certamente ottimo alimento per un vitello, ma non per un essere umano, visto il contenuto di proteine tre volte superiore a quello prodotto dalla donna in fase di allattamento.

Forse proprio queste osservazioni, connesse alla presa di coscienza del fatto che eschimesi ed altre popolazioni nordiche consumatrici di latte sono le maggiormente soggette a casi di osteoporosi frequenti, ha spinto gli scienziati ad indagare in merito.

Secondo alcuni studi, di cui i risultati vennero pubblicati nel 1994 sull'American Journal of Epidemiology, una squadra guidata da Robert Cummings esaminò 416 pazienti, con l'obiettivo di valutare le conseguenze e le reazioni che sul fisico poteva avere l'assunsione costante di alcune sostanze, spesso al centro di indagini, come il caffè ed i prodotti lattiero-caseari. La squadra di scienziati si concentrò nel valutare quale fossero i soggetti più propensi, in fase di sottopeso e sovrappeso, al rischio di fratture dell'anca.

Da quanto si potè dedurre, si notò come il consumo di prodotti lattiero-caseari, in particolare intorno ai 20 anni, è associato all'aumento del rischio di frattura dell'anca in età anziana.

Come tutti sanno, la frattura all'anca è spesso causata da osteoporosi e cioè per dirla in soldoni, carenza di calcio nella ossa. Ma perchè quindi il latte, ricco di calcio, viene sottoposto e ritenuto responsabile di tale problema?

La risposta sembrerebbe esser contenuta nel processo assimilativo del latte e di tutti i prodotti che contengono latticini, in particolare con presenza in essi di grassi saturi, vitamina D e proteine animali.

Tali fattori, nel momento dell'assimilazione, comportano un aumento degli acidi nel sangue, spingendo l'organismo a sottrarre calcio alle ossa (oltre che dai denti e altri tessuti) per neutralizzare tale acidità. Come uno strozzino, il latte vi presterà inizialmente una buona quantità di calcio ma, alla fine del ciclo digestivo e di assimilazione, ne consumerà più di quello che vi avrà dato.

Gli studi vennero pubblicati da Allen Carr, un noto scrittore britannio nel libro "è facile controllare il peso se sai come farlo" in cui si sollevò subito il problema che come spesso avviene in certi casi, rimase nel "sottobosco", forse  perchè rompe le più diffuse teorie mediche secondo le quali il latte è fondamentale nelle diete di ogni età.

Dove assimilare quindi il calcio "sano" se così possiamo definirlo? La risposta anche qui non sembra essere molto difficile. Il calcio infatti è presente oltre che nei latticini, in una fonte ancor migliore, nella semplice acqua, oppure nei legumi, nella frutta secca, nei cereali ed in altri prodotti vegetali, i quali sembrano davvero combattere l'osteoporosi ed aiutare l'organismo.

Quindi, se si può dare un consiglio, l'invito è di documentarsi in materia e parlarne, invitando alla riflessione i medici ed affiancando la tesi che si riterrà più opportuna, anche se a pensarla non proprio bene sul latte non sono soltanto gli scienziati d'oltreoceano. Quanto appena detto è dimostrato da alcune teorie come quella alquanto recente del Prof. Franco Berrino, primario del dipartimento di epidemiologia all'istituto dei tumori di Milano, con cui abbiamo aperto il nostro articolo.

Leggi anche:

La chemio favorirebbe il cancro 

Sostanze cancerogene nella Coca Cola 

 

 

 

latte
(Foto: Reuters / )
latte
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci