• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Federica Geremia | 07.08.2012 10:02 CEST

La Guardia di Finanza ha analizzato più di 170mila prestazioni erogate dall'Inps, e centinaia di queste sono state messe sotto esame.

Seguici su Facebook

Ebbene, tali controlli sono scattati perché negli ultimi dodici mesi sono stati scoperti 1.844 falsi poveri, 1.565 falsi invalidi, 418 italiani residenti all'estero che hanno percepito indebitamente assegni sociali di povertà. E in tutto ciò lo Stato ha sborsato ben 60 milioni di euro per tali 3.400 persone sane e ricche.

Infatti, tra i "furbetti" spiccano un falso cieco che passeggiava tranquillamente a Pisa, un dipendente scolastico che andava a caccia di tartufi con i suoi cani, e un "povero" che presentava una finta dichiarazione Isee nonostante guidasse un potentissimo Suv.

Tuttavia, l'attività condotta dal Nucleo speciale spesa pubblica e repressioni frodi comunitarie della Gdf di Roma, permetterà ora all'Inps di risparmiare ogni anno 2,5 milioni di euro.

 

 

Inps
(Foto: --- / )
Istituto nazionale previdenza sociale
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci