• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di Redazione IBTimes | 09.08.2012 12:58 CEST

Il tasso di disoccupazione greco ha raggiunto a Maggio di quest'anno un nuovo record toccando il 23,1%. Il valore ha segnato un aumento dello 0,5% rispetto al mese precedente mentre su base annua (ovvero rispetto a Maggio 2011) è salito del 6,3%. Lo fa sapere oggi l'Elstat, l'istituto ellenico di statistica.

Seguici su Facebook

In un anno, quindi, i disoccupati sono aumentati di più di 300mila unità facendo arrivare il conto complessivo a circa 4 milioni e mezzo. Questo vuol dire che poco meno dell'intera popolazione greca risulta essere disoccupata o inattiva (ovvero che non lavora e non cerca lavoro). Devastante l'effetto della crisi finanziaria. Dal 2007 al 2012, infatti, il tasso di disoccupazione è quasi triplicato passando dal 8,3% al 23,1% attuale.

Sempre più drammatica la situazione giovanile. La disoccupazione tra i greci che hanno tra i 15 e i 24 anni, infatti, ha toccato quota 54,9%. Anche qui la crisi si è abbattuta con particolare violenza. La disoccupazione giovanile nel 2007, infatti, era al 22,8%.

Segnali di miglioramento, invece, si hanno dalla produzione industriale. A Giugno quest'ultima è cresciuta dello 0,3% su base annua. In particolare, ad aiutare il paese ellenico ci si sono messi il settore minerario (+18,9% su base annua), quello energetico (+10,9%) e quello idrico (+3,9%). Male, invece, il settore manufatturiero (-4,3%).

Infine, anche Fitch ha messo gli occhi sulla Grecia. Secondo l'agenzia di rating americana, infatti, nel paese ellenico il prezzo delle case calerà del 17% nei prossimi due anni. Calo che andrà ad aggiungersi a quello del 20% già avvenuto dall'inizio della crisi. Secondo Fitch, inoltre, la "severità della crisi economica" inizierà ad allentare la propria morsa solo nel 2014 quando la disoccupazione passerà dal 20% del 2013 al 18%.

Futuro Grecia: vittoria quasi certa conservatori, l’Europa è momentaneamente salva
(Foto: Reuters / )
Secondo i dati diffusi dal ministero dell'Interno i conservatori sarebbero in vantaggio. Sono pronti a formare un'alleanza con i socialisti
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci