• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • -1

Di Emiliano Ragoni | 12.08.2012 18:52 CEST

Conquistare l'immortalità  è sempre stato un traguardo discusso e ambito da filosofi, scienziati e uomini di ogni tempo. Nei paesi occidentali l'età media di un essere umano è di circa 80 anni, mentre l' età massima raggiunta e' di  122 anni Dimitri Itskov , uno scienziato russo di 31, sostiene che la vita eterna si potra raggiungere nel  2045 grazie al suo "Avatar Project", sostenuto moralmente anche dal Dalai Lama

Seguici su Facebook

Il progetto di Itskov,  articolato in 4 tappe, prevede la creazione di un cervello artificiale, nel quale  trapiantare  la coscienza  di un uomo e fare in modo che quest'ultimo possa controllare un ologramma umano. All'ambizioso e costosissimo progetto attualmente vi stanno lavorando 30 scienziati finanziati dalle ricchezze di Itskov e dalle donazioni che ottiene grazie alla  sua richiesta  di sostegno economico rivolta ai grandi tesorieri di tutto il mondo.

Entro il 2020, il team avrà ultimato la prima fase A realizzando un robot umanoide controllato dal cervello. Nel 2025 la fase B prevede la creazione di un avatar nel quale verra trapiantato il cervello a fine vita della persona . Nel  2035, la fase C ha come obiettivo la realizzazione di un cervello artificiale dove poter innestare  la coscienza di una personalità umana ed ultimare il loro progetto nel 2045 con la fase D che prevede la realizzazione di un avatar-ologramma  identico all'uomo.

Il sito ufficiale di questo progetto  2045.com spiega che: "gli obiettivi principali sono: la creazione di una nuova visione dello sviluppo umano, la realizzazione della possibilità di un suo un'ampliamento radicale attraverso la tecnologia cibernetica e la creazione di una nuova cultura associata a queste tecnologia".

Itskov continua, "Il nostro obiettivo principale è quello di preservare la personalità e prolungare la vita. Gli scienziati dicono che se non fosse per alcune malattie e degradi del sistema cardiovascolare, il nostro cervello potrebbe vivere per due o forse anche trecento anni".

Tra le idee  vi è quella di creare un androide con un corpo non biologico trapiantando una testa umana su uno  corpo artificiale dalle sembianze umanoidi. Cio trae spunto dagli  esperimenti americani di Robert White condotti sugli scimpanzé attraverso i quali lo scienziato ha dimostrato che il cervello di una scimmia può essere rimosso dal cranio e inserito in un sistema differente in grado di  mantenerlo in vita.

A che punto sono i lavori del progetto? Il prototipo realizzato attualmente si chiama  Dima - dal padrino del progetto Dmitry Itskov -  ed è dotato di una pelle di lattice che riveste un complicato sistema di elettronica e motori. Le mani hanno muscoli pneumatici in grado di stringere le dita in un pugno o  contrarli attraverso l'aria compressa. Ciascun occhio del robot è una singola telecamera che vede e ricorda i dintorni, le facce e gli ostacoli.Si sta lavorando su come far governare il robot con il pensiero.

Ingegnere del software, Andrey Telezhinsky spiega: "Questo progetto  sicuramente può essere utilizzato per aiutare le persone disabili. Abbiamo già eseguito alcuni esperimenti. Un soggetto senza una mano ha provato questa tecnologia e ha detto che la mano ha lavorato per lui. Tutto ciò che serve è collegare gli elettrodi alla parte danneggiata del braccio in modo che possano leggere l'attività muscolare".

La fantascienza dei film come Avatar, Blade Runner o IRobot   potrebbe  diventare presto una realtà:  l'immortalita sara raggiunta grazie alla tecnologia e un corpo bionico e forse le prossime guerre dell'uomo saranno combattute  contro androidi pensanti.
Cosa ne pensano i nostri lettori? 

[Via: 2045.com

LEGGI ANCHE

Tra 20 anni l'uomo conquisterà l'immortalità e diventerà un cyborg secondo uno scienziato americano

Cinque milioni di dollari per l'immortalità

Androide
(Foto: Wikimedia Commons / Geoff Stearns from San Francisco, CA, USA)
Androide
This article is copyrighted by International Business Times.
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • -1

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci