• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Dario Saltari | 21.08.2012 14:47 CEST

L'Iran è pronto a difendersi in caso di attacco israeliano. Sembra questo il messaggio voluto inviare oggi da Teheran a Tel Aviv. Nel giorno nazionale dell'industria della difesa, infatti, il ministro della difesa di Teheran, il generale Ahmad Vahidi, ha fatto alcuni annunci importanti.

Seguici su Facebook

Vahidi, infatti, ha dichiarato che la produzione di prodotti bellici di difesa è aumentata del 21%. Questo, tuttavia, non è l'unico risultato vantato dalle autorità militari di Teheran. Vahidi ha dichiarato che l'Iran nel campo della difesa e della guerra ha registrato un +178% nella ricerca e nella tecnologia, +286% nel numero dei progetti accademici e +138% nel numero di progetti industriali completati.

Teheran, oltre alle cifre, mette in mostra anche le sue nuove armi. Il nuovissimo gioiellino della fabbrica bellica iraniana si chiama Fateh-110 o Conquistatore, un nuovissimo missile a corto raggio (circa 300 km) di quarta generazione con una capacità di lancio più veloce ed un'autonomia più lunga. Vahidi ha anche annunciato che l'Iran inizierà a produrre dei propri jet entro la fine dell'anno iraniano (che si conclude nel Marzo dell'anno prossimo).

Insieme alle armi offensive l'Iran ha annunciato anche la costruzione di un nuovo sito di difesa aerea di 200 ettari che verrà costruito nella zona meridionale del paese, nella provincia di Abadeh, a circa 210 km dal centro per l'arricchimento dell'uranio ad Isfahan. "Se il nemico avrà l'intenzione di attaccare questo territorio, faremo sì che il Golfo Persico diventi la sua tomba" ha affermato minacciosamente il governatore di Abadeh, Mohammad Javad Askari.

Meno preoccupanti le dichiarazioni di Ahmadinejad. Il presidente della repubblica islamica, infatti, ha affermato che i progressi dell'industria bellica iraniana hanno unicamente scopi difensivi ed hanno principalmente l'obiettivo di dissuadere le potenze occidentali di imporre la propria volontà all'Iran.

Bisogna ricordare che l'Iran ha iniziato a sviluppare una propria industria bellica alla fine degli anni '80 quando gli Stati Uniti imposero un embargo sulle armi. Dal 1992, quindi, la repubblica islamica ha iniziato a produrre propri carrarmati, aerei da guerra e missili.

Fonti: Fars News Agency, Reuters, Irna

missile iraniano
(Foto: reuters / Fars News)
missile iraniano lanciato durante esercitazione
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci