• Share
  • OkNotizie
  • +4
  • -1

Di Dario Saltari | 10.09.2012 11:49 CEST

La compagnia low-cost più famosa del mondo inizia a mostrare i primi segni di stanchezza. Ryanair, infatti, per tutta l'estate è stata oggetto di numerose polemiche e scandali che hanno minato alcune delle fondamenta della compagnia stessa come, per esempio, le strategie di marketing aggressivo.

Seguici su Facebook

Tutto inizia lo scorso 26 Luglio quando tre aerei Ryanair, diretti all'aeroporto Barajas di Madrid, sono dovuti atterrare di emergenza all'areoporto di Valencia per mancanza di carburante.

La compagnia irlandese aveva subito giustificato l'inconveniente con le parole di un proprio portavoce, Stephen McNamara. Quest'ultimo affermò che su Madrid erano in corso delle tempeste elettriche e quindi le torri di controllo dell'aeroporto spagnolo avevano consigliato agli aerei Ryanair di attendere. Gli aerei, tuttavia, non avendo sufficienti scorte di carburante avevano deciso di atterrare a Valencia. Insomma, tutto nella normalità.

Non la pensavano così, però, le autorità spagnole. Lo scorso 14 Agosto, infatti, l'Agenzia Statale di Sicurezza Aerea spagnola ha aperto un'indagine sul caso "per determinare le responsabilità nelle quali potrebbe essere incorsa la compagnia a causa delle possibili infrazioni commesse".

Secondo l'organizzazione per la tutela dei consumatori di Madrid, se le responsabilità venissero accertate Ryanair rischia una sospensione fino ad un massimo di tre anni ed una multa da 4,5 milioni di euro.

A confermare le inquietanti ipotesi formulate dalle autorità spagnole ci si è messo anche il sindacato dei piloti tedeschi, Cockpit Vereinigung, secondo cui la compagnia irlandese eserciterebbe una "forte pressione psicologica" sui piloti con l'obiettivo di ridurre il consumo di carburante dei propri aerei.

"Il carburante è il maggiore fattore di costo per una compagnia aerea ed è il pilota che ne decide la quantità da imbarcare visto che è lo stesso pilota ad essere responsabile della sicurezza del volo" ha affermato Joerg Handwerg, portavoce del sindacato "Ryanair sta esercitando pressione psicologica sui piloti, violando così i loro diritti, proprio per ridurre il consumo di carburante".

La maledizione Ryanair, tuttavia, non finisce qua. Lo scorso 7 Settembre, infatti, un aereo partito da Madrid e diretto alle Canarie è stato costretto a tornare nella capitale spagnola, realizzando un atterraggio d'emergenza, a causa di una depressurizzazione. L'incidente, oltre a provocare ulteriori imbarazzi alla compagnia, ha causato problemi fisici (dolori di testa, emorragie e problemi agli occhi) a 16 persone.

Nel frattempo, però, altri problemi si erano verificati in Italia. Il giorno prima, infatti, alcuni passeggeri su un volo Ryanair partito da Londra e diretto a Roma hanno iniziato ad accusare forte prurito alle gambe. I medici all'aeroporto di Ciampino hanno poi scoperto che il prurito era dovuto alle punture di zecche.

I passeggeri hanno così presentato un esposto alla polizia dello scalo romano che attualmente sta investigando sull'accaduto. Anche il Codacons ha annunciato "azioni di risarcimento in favore dei passeggeri dell'aereo e un esposto alla procura di Roma".

Durante la stessa giornata, Ryanair aveva dovuto effettuare un atterraggio d'emergenza a Orio al Serio, in provincia di Bergamo, dove un aereo decollato da Pola (Croazia) e diretto a Oslo (Norvegia), avendo un motore in avaria, era stato costretto a fermarsi nella cittadina italiana.

Insomma, l'estate 2012 verrà probabilmente ricordata dai dirigenti Ryanair come la peggiore dalla nascita della compagnia. Chissà se, con l'aumento dei prezzi dei carburanti, questa bufera non possa addirittura trascinare la compagnia irlandese in un baratro da cui è difficile rialzarsi.

Fonti: Indipendent, El Pais, Corriere della Sera, Sole 24 Ore

Ryanair
(Foto: Reuters / )
Un aereo Ryanair in decollo.
This article is copyrighted by International Business Times.
  • Valuta questo articolo
  • +4
  • -1

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci