• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di David Pascucci | 13.09.2012 20:22 CEST

Bernanke annuncia il terzo programma di allentamento quantitativo, noto a tutti col nome di Quantitative Easing 3. 11 i voti a favore su 12 presenti: solamente Jeffrey Lacker, presidente della Fed di Richmond, si è dimostrato contrario al QE3 e al mantenimento dei tassi bassi fino al 2015.  

Seguici su Facebook

QE3, perchè? - Il programma in questione prevede l'acquisto di MBS (Mortgage Backed Securities), ossia mutui ipotecari per un ammontare pari a 40 miliardi di dollari al mese. Mentre i primi due Quantitative Easings servivano a fornire liquidità al mercato, alimentare i rally azionari e far ripartire l'economia, questo Qe ha l'obiettivo di stabilizzare la ripresa americana. Per molti operatori, tutto ciò non era necessario in quanto, per via delle forze relative sui mercati, gli Usa sono nettamente in vantaggio su Europa e resto del mondo: sia i mercati azionari che obbligazionari Usa sono molto più appetibili rispetto a quelli europei in termini di andamento e forza relativa.

Tassi bassi fino al 2015 e proseguimento "Twist policy" - Tassi invariati e compresi tra 0-0,25% fino al 2015, un anno in più rispetto a quanto detto nell'ultima riunione del Fomc. Prosegue poi il programma "Twist", ovvero la vendita di titoli di Stato a breve scadenza che ha l'obiettivo di rifinanziare il debito a lunga scadenza tra 6 e 30 anni.   

Lo scopo - Questo QE3 ha l'obiettivo di sostenere la ripresa economica, supportare il mercato dei mutui e rendere il sistema finanziario meno in tensione. 

 

Bernanke
(Foto: Reuters / Larry Downing)
Il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, ad una conferenza stampa a Washington.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci