• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di Roberto Cicchetti | 05.10.2012 13:49 CEST

I ricercatori della Michigan University (Usa) hanno trovato l'anello di congiunzione tra scienza e alchimia. Il batterio metallidurans Cupriavidus sarebbe capace di trasformare il cloruro d'oro in pepite da 24 carati. Ma non c'è da illudersi, il procedimento è più costoso dell'oro prodotto, almeno per ora. Quindi niente febbre dell'oro o fabbrichette casalinghe di gioielli e monili.

Reuters.com
L'oro prodotto in un crogiuolo

Share This Story

Da non perdere

Argomenti correlati

Seguici su Facebook

"Abbiamo creato l'alchimia microbica trasformando in oro qualcosa che non ha alcun valore se non solido",ha detto Kazem Kashefi, assistente professore di microbiologia e genetica molecolare.

Lui e Adam Brown , professore associato di arte elettronica e intermedia, hanno trovato questo batterio resistente ad altissime concentrazioni tossiche di cloruro d'oro, un sale presente in natura normalmente utilizzato per dorare porcellane o cornici dei quadri e anche in elettronica. In circa una settimana la colonia di Cupriavidus trasforma le tossine del cloruro in una pepita d'oro da 24 carati.

I ricercatori ne hanno fatto un'opera d'arte: The Great Work of the Metal Lover, un laboratorio portatile trasparente che permette di contemplare tutti i processi chimici. Un microscopio elettronico a scansione scatta a intervalli delle foto alla colonia di batteri così da analizzarne i progressi.

"È la neo-alchimia. Ogni parte, ogni dettaglio del progetto è un incrocio tra moderna microbiologia e alchimia, " Ha detto Brown "La scienza cerca di spiegare il mondo fenomenologico. Come artista, sto cercando di creare un fenomeno. L'arte ha la capacità di spingere la ricerca scientifica."

Leggi anche:

Fonte: Michigan University

Oro
(Foto: Reuters.com / )
L'oro prodotto in un crogiuolo
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci