• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • 0

Di Dario Saltari | 29.10.2012 12:15 CET

La crisi del debito europea non sta rendendo la vita impossibile solo ai cittadini, sempre di più costretti a sacrificare il proprio benessere sociale a favore della stabilità finanziaria, ma anche agli investimenti che guardano il Vecchio Continente con sempre maggior sospetto.

Seguici su Facebook

Secondo un sondaggio annuale della BDO International, una società internazionale di consulenza finanziaria, i paesi in crisi dell'area euro stanno diventando sempre più rischiosi per le imprese che vogliono investire all'estero con dei risultati che sono a volte quasi grotteschi.

Secondo il sondaggio, che è andato ad intervistare circa un migliaio di direttori finanziari di 14 paesi diversi, ad esempio, investire in Grecia è avvertito come più rischioso che investire in Siria, attualmente in piena guerra civile, e Libia, paese che ancora non riesce a trovare pace dopo la caduta di Gheddafi. Peggio del paese ellenico riescono a fare solo Iraq e Iran.

Anche la Spagna, quarta economia dell'eurozona, non se la passa meglio. I due paesi mediterranei, infatti, rientrano nella poco nobile top ten dei paesi più rischiosi dove investire. Secondo il sondaggio il paese iberico starebbe diventando addirittura più rischioso dell'Egitto che ha conosciuto la rivoluzione solo un anno fa.

Chi riesce a salvarsi all'interno dell'Europa sono solo Germania e Gran Bretagna. Quest'ultima, tuttavia, non può di certo affermare di avere un sistema economico in salute ma gode delle sue politiche fiscali vantaggiose.

Chi, invece, ne esce vincitore sono i BRICS, acronimo che rappresenta le cinque economie emergenti con maggiori possibilità di sviluppo futuro (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica).

La Cina si conferma al primo posto nelle destinazioni degli investimenti internazionali per il terzo anno di fila. Gli investitori, infatti, sono attratti soprattutto dal basso costo del lavoro. Il Brasile si piazza al terzo posto (facendo un balzo di tre posizioni rispetto all'anno scorso), l'India al quarto e la Russia al sesto.

Grecia
(Foto: Reuters / John Kolesidis)
Graffiti sulla sede della Banca di Grecia.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci