• Share
  • OkNotizie
  • +4
  • 0

Di Alessandro Proietti | 30.10.2012 09:09 CET

MADRID -

Sociedad de Gestión de Activos Procedentes de la Reestructuración Bancaria, ovvero SAREB.

Seguici su Facebook

Nome chilometrico per un oggetto semi-misterioso conosciuto, fino ad oggi, con il termine anglosassone "Bad Bank".

La nuova entità spagnola vedrà la luce il prossimo 16 Novembre con un decreto legge per poi cominciare l'operatività il 19 Novembre con l'effettivo passaggio dei titoli tossici verso la banca. Le svalutazioni, ovviamente, non mancheranno: si parte dal taglio del 46% sui prestiti fino al 63% dei beni pignorati. L'intenzione di fondo è quella di non far gravare il peso del debito della Bad Bank sul già critico debito pubblico spagnolo.

La Sareb nasce con una prospettiva di vita di 15 anni. La road-map prevede un graduale trasferimento della quota di maggioranza verso gli investitori privati tramite sottoscrizioni di capitale azionario. Altri strumenti di finanziamento saranno disponibili: si va dalle garanzie statali sul debito c.d. "senior" della società fino ai "perpetuals" ovvero obbligazioni senza scadenza precisa (a pura discrezione dell'emittente) e di tipo subordinato (postergate).

La capacità massima è stata indicata a circa 90 miliardi di euro: le prime fasi di operatività prevedono l'assorbimento di circa 45 miliardi di euro in titoli delle banche già aiutate dallo Stato che arriveranno, con tutta probabilità, a circa 60 miliardi di euro. Il meccanismo, lo ricordiamo, prevede l'assorbimento degli assets tossici da parte della Sareb che poi provvederà al collocamento sul mercato con nuove garanzie. Dal punto di vista tecnico-specifico, spiega il vicepresidente della Banca di Spagna Restoy, le banche potranno contare su un Roe (Return on Equity, n.d.r.) tra il 14 ed il 15% riuscendo, la Sareb, a ridurre il fabbisogno di capitale delle banche di 5-6 miliardi di euro.

Le simulazioni effettuate avevano mostrato la necessità di circa 60 miliardi di capitale per le banche spagnole onde evitare un ulteriore peggioramento della situazione. Il Governo ha trattative in corso per la cessione di quote della Sareb a investitori sia locali che esteri.

Spagna
(Foto: Reuters/Sergio Perez / )
A Spanish flag flutters in the wind in front of the dome of Bank of Spain headquarters in central Madrid.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +4
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci