• Share
  • OkNotizie
  • +3
  • -3

Di Gabriele Rossi | 03.11.2012 09:59 CET

Reuters
Auto al torio un bene o una minaccia?

Share This Story

Da non perdere

Argomenti correlati

Seguici su Facebook

Il Progetto avviato da qualche anno da un gruppo di scienziati americani dell'azienda Power System, starebbe continuando lo sviluppo con esiti sempre più favorevoli che potrebbero portare alla concreta realizzazione della concept car del futuro.

La particolare trovata riguarderebbe la sostituzione del propulsore tradizionale a benzina con un generatore elettrico senza batteria, ma alimentato da "torio", in abbinamento ad un laser di calore e mini turbine, per alimentare il veicolo.

Ma vediamo più da vicino di cosa si tratta. La trovata sembra alquanto rivoluzionaria ed ambiziosa, visto che il torio è un elemento radioattivo e che le turbine devono essere di dimensione contenuta da poter entrare nell'abitacolo della vettura.

Charles Stevens, l'inventore della Power System ha messo a punto un motore da 250 MW al torio, del peso di 227 Kg, riscontrando come un solo grammo di torio produca l'equivalente di 7500 litri di benzina. Questo fa capire come con soli 8 grammi del prezioso minerale si potrebbe alimentare una vettura per tutta la sua esistenza.

I problemi riguardanti l'estrazione del minerale e la radiattività dello stesso non sembrano preoccupare il team di esperti, vista la grande presenza dello stesso in India e Stati Uniti.

Una manutenzione da compiersi ogni 100 anni e consumi irrisori inoltre, sono certamente dati in grado di spingere l'uomo verso la scoperta di nuove concezioni fino ad ora nemmeno immaginate.

 

 

Auto al torio un bene o una minaccia?
(Foto: Reuters / )
Auto al torio un bene o una minaccia?
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +3
  • -3

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci