• Share
  • OkNotizie
  • 0
  • 0

Di Claudio Forleo | 08.11.2012 19:40 CET

Bersani viene pugnalato alla schiena dal "moderato" Casini, quello che doveva garantirgli il voto dei moderati (ma chi sono?). Renzi suggestiona i propri sostenitori auspicando l'impossibile: vincere le elezioni e guidare il Paese da solo, nonostante un premio di maggioranza irraggiungibile anche se si alleasse con quel che resta del Pdl.

Seguici su Facebook

Più notizie

Entrambi sembrano vivere alla giornata, dando l'impressione di non capire fino in fondo quello che gli capita attorno. Nessuno dei due ha capito la portata del fenomeno Cinque Stelle. Bersani ondeggia tra un attacco a Grillo e un'ostentata indifferenza. Senza interrogarsi su chi sono, cosa chiedono gli elettori del comico genovese. Renzi fa solo finta di capirli. Ma sa che non può permettersi di attaccare Grillo direttamente, e preferisce girargli attorno come un pugile che ha paura di essere colpito da un momento all'altro.

Entrambi si guardano attorno e si scoprono senza alleati (Vendola a parte). Bersani prima si fa fotografare con il leader di Sel e con Di Pietro, poi fa di tutto per inimicarsi l'ex magistrato, sorprendendosi poi se, nel bene o nel male, Di Pietro fa il Di Pietro. Amoreggia con Casini, ma non si decide se portarlo all'altare, anche se gli elettori del Pd provano a fargli capire in tutti i modi che dell'Udc non sanno che farsene. Alla fine il "moderato", non un esempio di coerenza ma che sa far di conto, gli piazza lo scherzetto sulla legge elettorale. E che Casini tirasse la volata a Monti lo avevano intuito anche i sassi.

Il risultato è che il Pd ha perso il 6 per cento dell'Udc, ma anche quel che restava dell'Italia dei Valori. A Renzi le alleanze non interessano, convinto che il Pd possa fare da solo, sempre che sia lui a guidarlo. E questo dice molto sulla lucidità del sindaco di Firenze, capace di apparire nei suoi discorsi più a destra di Casini.

Quali sono i programmi dei due? Come intendono ottenere il pareggio di bilancio che hanno infilato nella Costituzione? Cosa vogliono fare con l'agenda Monti che l'Europa ci ordina di eseguire? Come hanno intenzione di abbassare la pressione fiscale senza aumentare la spesa pubblica? Qual è la loro posizione rispetto alla trattativa Stato-mafia che ha generato la Seconda Repubblica?  Difficile trovare un elettore del Pd che abbia capito la loro posizione su uno di questi punti. E poi si sorprendono se dalla prossima primavera siederanno in Parlamento accanto a centinaia di "grillini".

Bersani, leader del Pd
(Foto: reuters / )
Bersani, Pd
  • Valuta questo articolo
  • 0
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

Più popolari

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci