• Share
  • OkNotizie
  • +2
  • 0

Di R.C. | 09.11.2012 18:35 CET

Trasformare l'amido in esplosivo è un processo che risale al 1914, quando il dottor Weizmann (poi primo presidente israeliano) utilizzava il batterio Clostridium acetobutylicum per far fermentare gli zuccheri dell'amido in acetone, butanolo ed etanolo. Con l'acetone si poteva produrre cordite, utile sostituta della polvere da sparo.

Newscenter.berkeley.edu
Il biofuel della Berkeley University

Share This Story

Da non perdere

Seguici su Facebook

Ricercatori californiani della Berkeley University hanno utilizzato questo processo per estrarre acetone e butanolo da un brodo di amido e zuccheri per poi convertirli in una miscela di idrocarburi molto simile al gasolio. Anche qui niente di nuovo, il greggio prodotto in questo modo contiene molto meno carbonio di quello tradizionale, quindi non può definirsi "conveniente". Il risultato strabiliante dei ricercatori è proprio nell'aggiunta di atomi di carbonio che rende la miscela vantaggiosa rispetto al greggio fossile.

Inoltre il processo è abbastanza versatile da utilizzare una vasta gamma di materie prime rinnovabili, dallo zucchero al mais, dall'erba alla segatura e molti altri rifiuti che contengono cellulosa.

"Il processo di fermentazione utilizza meno del 10% di energia di una distillazione convenzionale per ottenere il butanolo e acetone" ha detto Harvey Blanch, professore di ingegneria chimica e biomolecolare "Questo diesel ci aiuterà a ridurre il riscaldamento globale, uno dei principali motivi alla base di questa ricerca"

Leggi anche:

Biofuel
(Foto: Newscenter.berkeley.edu / )
Il biofuel della Berkeley University
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +2
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci