"GABBO VIVE". Il derby di Roma nel quinto anniversario della morte di Sandri

Di Alfonso Formato | 10.11.2012 16:29 CET
Dimensione testo + -

L'11 novembre non è una data come tutte le altre per i tifosi italiani. E' la data in cui la mente di tutti corre su quel tratto di autustrada nei pressi di Arezzo, dove 5 anni fa venne assassinato Gabriele Sandri. Quello che poi tutti chiameranno molto più semplicemente 'Gabbo' era un tifoso della Lazio, rapidamente diventato il simbolo di tutte le curve degli stadi d'Italia dopo esse stato ucciso dal poliziotto Luigi Spaccarotella, poi condannato in via definitiva a 9 anni e 4 mesi di reclusione. L'11 novembre non è più un giorno normale per i veri tifosi italiani, e ci piace credere che il fatto che nello stesso giorno vada in scena il derby di Roma, la partita 'anormale' per eccellenza, non sia una semplice coincidenza.

Reuters
Gabriele Sandri, ucciso l'11 novembre del 2007

Share This Story

Da non perdere

Seguici su Facebook

E' dello stesso parere anche Giorgio Sandri, padre di Gabbo, che commenta così la stracittadina di domenica: "E' un derby particolare perche' ricorre proprio la tragedia della mia famiglia, l'anniversario della scomparsa di Gabriele. Quando vidi i calendari provai qualcosa poi ho pensato che fosse uno scherzo di Gabriele che ha voluto che il derby si giocasse in questa ricorrenza tragica cosi ha modo di salutre tutta la sua citta' e i suoi ragazzi. Dal 2007 a oggi tutte le curve d'Italia lo ricordano con tanto affetto - riconosce Sandri, ospite della trasmissione Novanta Minuti su Rai Sport 1 -. E' un giorno particolare e io lo vivrò in maniera un po' diversa perchè le emozioni che proverò saranno fortissime''. All'Olimpico e' in programma anche un giro di campo di Cristiano Sandri, fratello del tifoso scomparso e suo figlio Gabriele, che porta il nome dello zio. ''Ci sarà un Gabriele Sandri allo stadio - rileva Giorgio - che vuole salutare tutti i ragazzi della Curva Sud e della Nord. Ci sono stati sempre vicino e li sento tutti miei figli. La solidarietà che mi e' errivata dal mondo del calcio e' stata enorme e la forza di andare avanti me la danno tutti questi ragazzi". Anche per questo Sandri non teme incidenti tra i tifosi laziali e quelli romanisti. ''Preoccupato? Assolutamente no. Gli ultimi derby li ricordo vissuti in maniera serena. con un po' di tensione e pathos ma in maniera del tutto tranquilla e ritengo che sarà così. La maturità dimostrata in questi anni dai tifosi di Lazio e Roma è importante e grande e in ogni famiglia c'è un tifoso della Roma e della Lazio'', conclude Sandri. 

Mentre parla gli occhi di Giorgio Sandri si gonfiano di lacrime, che riesce a trannere con grande dignità. Ma il messaggio che il suo sguardo lancia è indomito, ed è lo stesso che viene urlato da tutte le curve degli stadi italiani da cinque anni: "Gabo vive!".

LEGGI ANCHE: JUVENTUS. In ritardo a due allenamenti: CONTE fa fuori POGBA 

MONTOLIVO, l'agente: "Tornerà alla FIORENTINA"

EUROPA LEAGUE. Inter ai sedicesimi. Bene Lazio e Napoli, male l'Udinese. Tutti i risultati  

Gabriele Sandri
( Foto : Reuters / )
Gabriele Sandri, ucciso l'11 novembre del 2007
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte

News From Sports

[VIDEO] Milan-Inter 1-1: gol e highlights

Il derby finisce in pareggio: apre Menez al 15’ con una perla su assist di El Shaarawy. Nella ripresa impatta Obi con un tiro preciso nell’angolino.

Join the Conversation
IBTimes TV
SEGUI SPORTS & STARS
 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci