MOTO GP. Valencia. Vince PEDROSA, cade Lorenzo, podio per Stoner. CLASSIFICA e DICHIARAZIONI

Di Francesco Saverio Damiano | 11.11.2012 18:53 CET
Dimensione testo + -

A Valencia vince Pedrosa, ed è la settima vittoria di stagione, una in più del campione Lorenzo, che è caduto rovinosamente quando era al comando: in una fase di doppiaggio, Ellison non ha lasciato la traiettoria facendo perdere il controllo a Jorge che vola in aria tra la paura generale, scemata quando tutti hanno notato i gesti di rabbia del pilota che non riesce ad accettare di aver perso un'occasione. Naturalmente tutti si sono sentiti sollevati nel constatare che Lorenzo non aveva riportato danni fisici. Sul podio anche il sorprendente Nakasuga (il sostituto di Spies sulla Yamaha, addirittura commosso al traguardo) e Stoner, che agguanta il 3° posto nel finale e si congeda dal motomondiale con il 46° podio in carriera. Quarto Bautista, quinto un grandissimo Pirro (miglior piazzamento mai colto da una Crt), Dovizioso sesto. Ultima gara in Ducati non certo da ricordare per Rossi che si piazza decimo (che forse ha già la mente altrove, ai test Yamaha di martedì e mercoledì). Le condizioni della pista, molto umida, hanno tradito anche Hayden, Bradl (che era 3°), Corti e Crutchlow (che era 2°).

Seguici su Facebook

Questa è la classifica mondiale finale (prime posizioni): Lorenzo 350, Pedrosa 332, Stoner 254, Dovizioso 218, Bautista 178, Rossi 163, Crutchlow 151, Bradl 135.

DICHIARAZIONI POST GARA:

Dani Pedrosa: "E' fantastico finire così la stagione. Avevo optato per le gomme da bagnato ma durante il giro di riscaldamento ho capito che non era la scelta giusta e all'ultima curva ho deciso di cambiare, partendo ultimo dalla pit. Sono andato subito veloce, era difficile sorpassare ma alla fine sono andato a riprendere Jorge. Ho fatto un errore, poi ha sbagliato lui, quello in cui ho sperato durante la stagione ma il suo errore è arrivato troppo tardi. Alla fine ho accumulato tanto vantaggio ed era difficile rimanere concentrato ma ce l'ho fatta. Una vittoria a casa è sempre molto importante. Sette vittorie sono tante per una stagione, è un bel giorno e siamo tutti contenti di come abbiamo fatto questa stagione. A metà campionato avevo solo una vittoria, ero molto indietro rispetto a Lorenzo e Stoner e alla fine sono quello che ha vinto di più. Il titolo? A Misano Adriatico è stato il momento più drammatico della stagione, è stato un 25-0 per Lorenzo e non per un mio errore personale come per esempio in Australia. L'arrivo di Marquez? Avere a fianco uno più giovane, che prova sempre a stare davanti ti aiuta a migliorare".

Casey Stoner: "E' stata una gara difficile ed è bello aver raggiunto il podio. Avevo un po' di timori, non volevo farmi male, non volevo cadere e ho affrontato la gara con la soluzione più sicura. Non è stata la scelta giusta e in parte sono deluso, in questo weekend avrei potuto fare meglio ma sono riuscito a salire sul podio, è il mio modo per dire grazie alla mia squadra, alla mia famiglia e a chi mi ha sostenuto durante la carriera. Avevo un lavoro da fare oggi, forse ero un po' teso per le condizioni e non ho guidato libero di mente. L'emotività forse si farà sentire in futuro anche se non penso di soffrirne troppo. A Phillip Island un weekend bellissimo, tutto e' andato bene, mentre qui abbiamo trovato le condizioni che non mi piacciono. A metà campionato potevo ancora vincere il titolo, dopo l'infortunio ho dimostrato di essere sempre veloce, ho fatto ottimi risultati, avrei voluto lasciare lottando per il titolo mondiale".

Jorge Lorenzo: "Dobbiamo essere contenti di essere campione del mondo. Se non avessi vinto il titolo in Australia e questa fosse stata la gara decisiva... Questa era comunque una gara importante per me, volevo finire nel miglior modo possibile. Era stato rischioso scegliere la gomma da asciutto ma e' andata bene, Dani mi aveva raggiunto ma aveva difficoltà a tenere il mio ritmo. Sono un po' deluso, i doppiati non lasciavano strada, non so cosa sia successo e io alla fine non ho avuto la pazienza per sorpassare Ellison. La caduta è stata spettacolare, molto brutta, ho sbattuto forte sull'asfalto e potevo farmi molto male ma sono a posto".

Valentino Rossi: "E' stato un grande peccato non fare i risultati che ci aspettavamo, ci abbiamo provato ma non siamo stati capaci. Ora si gira pagina. Speravamo nell'acqua, il warm up era andato bene, avevo un buon passo per la gara ma non ha ripiovuto e le condizioni erano molto difficili. La scelta giusta era partire con le slick ma avevo una moto diversa come setting, con le gomme da bagnato andavo abbastanza bene, con quelle d'asciutto andavo piano. E' un peccato fermarsi e non continuare con la Ducati, qui si sta bene, è stato bello fare le gare con loro ma quando i risultati non arrivano e' inutile continuare. Il ritorno in Yamaha? Non so cosa aspettarmi, se di andare come andavo prima. La moto sembra vada piuttosto bene, non sono sicuro di quello che succederà, sono passati più di due anni duranti i quali ho guidato la Ducati, speriamo che ci sia bel tempo per provare il nostro potenziale sull'asciutto".

Michele Pirro: "E' stata una gara incredibile, abbiamo scelto la slick ma non riuscivo a stare in piedi e allora ho chiesto aiuto a 'Marcone' da lassù e ce l'ho fatta. E' stata la gara più importante della stagione".

LEGGI ANCHE: MOTO GP. STONER: "Lascio perchè ho perso il rispetto per questa MOTO GP"

MOTOCICLISMO. MAX BIAGGI "Addio, mi ritiro"

Pedrosa
( Foto : Reuters / )
Dani Pedrosa vince a Valencia
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
Join the Conversation
IBTimes TV
SEGUI SPORTS & STARS
 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci