• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Arianna Adamo | 13.11.2012 15:37 CET

L'ex capogruppo dell'Idv alla Regione Lazio, Vincenzo Salvatore Maruccio, è stato arrestato oggi. L'accusa? Peculato per l'illecita appropriazione di fondi destinati al partito: avrebbe girato sui suoi conti 781mila euro. Dovrà restare nel carcere di Regina Coeli per 30 giorni, poi, a seconda delle esigenze istruttorie, tale termine potrà essere rinnovato. Ad eseguire l'ordinanza di misura cautelare sono stati i militari del nucleo di polizia valutaria della Guardia di Finanza, guidati dal colonnello De Luca.

Wikimedia Commons
L'ex capogruppo dell'Idv è accusato di peculato per l'illecita appropriazione di fondi destinati all'Idv. La finanza: '100mila euro del partito persi a videopoker'

Share This Story

Da non perdere

Seguici su Facebook

"Vincenzo Maruccio si è dimesso, ha lasciato tutti gli incarichi, si è presentato spontaneamente agli inquirenti. Ha offerto la massima collaborazione. Malgrado tutto ciò arrivano oggi gli arresti. La custodia cautelare dovrebbe essere l'extrema ratio, ma in questo modo appare come uno strumento di pressione sull'indagato" ha commentato l'avvocato Luca Petrucci che difende l'ex capogruppo.

La misura cautelare è scattata per il pericolo di inquinamento delle prove ed è stato quindi sollecitato dal procuratore aggiunto Nello Rossi e dal pm Stefano Pesci: il provvedimento è stato emesso dal gip Flavia Costantini. Secondo le ricostruzioni, Maruccio avrebbe prelevato 781 mila euro da due conti correnti aperti dall'Idv sulle banche Cariparma e Credito Artigiano tra l'aprile del 2011 e il giugno del 2012.

Secondo l'accusa l'ex capogruppo dell'Idv, nato nel '78 a Vibo Valentia e romano di formazione, ha in seguito trasferito il denaro su dieci conti correnti di cui risulta titolare presso alcune banche. Sette di questi conti sono personali mentre altri tre in codelega. Nei due interrogatori ai quali è stato sottoposto nelle scorse settimane Maruccio ha sempre respinto l'accusa di peculato sostenendo che le somme di denaro transitate sui suoi dieci personali sono state utilizzate solo per finalità politiche attraverso un sistema di anticipi e rimborsi ''per far fronte a quegli interventi rapidi che la politica richiede'' ha affermato.

Ma le prove in mano agli inquirenti raccontano qualcos'altro. Secondo alcune indiscrezioni, infatti, la Finanza sospetterebbe che Maruccio fosse malato di videopoker. Sarebbe stata questa la causa del gesto: lo spasmodico bisogno di contanti. Gli uomini del Nucleo di Polizia valutaria avrebbero trovato alcuni assegni destinati a gestori di sale gioco e bar con le slot-machine della capitale per un valore di 100 mila euro.

L'interrogatorio di garanzia di Maruccio è stato fissato per venerdì prossimo davanti al gip Flavia Costantini. Maruccio è ora detenuto a Regina Coeli e fino alla data dell'interrogatorio di garanzia non potrà incontrare i suoi legali.

Leggi anche:

Vincenzo Maruccio arrestato per peculato

Operazione 'Camici sporchi': arrestati 9 cardiologi a Modena

Regione Lazio, arrestato Maruccio
(Foto: Wikimedia Commons / )
L'ex capogruppo dell'Idv è accusato di peculato per l'illecita appropriazione di fondi destinati all'Idv. La finanza: '100mila euro del partito persi a videopoker'
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci