• Share
  • OkNotizie
  • +4
  • 0

Di Redazione IBTimes | 14.11.2012 12:33 CET

È il giorno del 14-N, sigla che sta per 14 Novembre giorno del primo sciopero a livello europeo. I paesi maggiormente coinvolti sono quelli dell'area mediterranea, strozzati dall'austerity imposta da Berlino. In Spagna e Portogallo è sciopero generale dalla mezzanotte di ieri, mentre in Italia solo la CGIL ha proclamato lo sciopero che andrà dalle 14 alle 18 di oggi. In tutti questi paesi, tuttavia, ci saranno diverse manifestazioni di protesta.

Seguici su Facebook

In Italia ci sono stati già diversi scontri sia a Roma che a Milano dove ad animare la protesta sono soprattutto gli studenti. Manifestazioni di protesta sono segnalate anche a Palermo, Padova, Torino, Firenze, Brescia, Pisa, Modena e Bologna. A Brescia tre studenti sono stati arrestati per aver dato alle fiamme alcuni copertoni.

Anche in Spagna la situazione è esplosiva. Lo sciopero generale ha interessato soprattutto l'industria e i trasporti dove, secondo i sindacati, l'indice di adesione allo sciopero è tra l'80% e il 90%. Le violente manifestazioni hanno provocato fino ad adesso 62 arresti (di cui 18 a Madrid e 14 a Valencia) e 34 feriti (di cui 18 poliziotti).

In Grecia i sindacati hanno indetto tre ore di sciopero ed una grande manifestazione ad Atene che prenderà il via all'una presso piazza Klafthmonos. Secondo la polizia saranno circa 10mila le persone che prenderanno parte al corteo.

Anche alcuni paesi meno toccati dalla crisi parteciperanno allo sciopero. In Belgio sono stati i ferrovieri ad indire lo sciopero mentre in Francia è stato l'intero settore pubblico.

Lo sciopero generale europeo è stato indetto da 40 sigle sindacali di 23 paesi europei differenti. Altre manifestazioni di solidarietà si terranno in Germania, Austria, Svizzera, Olanda e Lussemburgo. I lavoratori europei coinvolti sono circa 25 milioni. È la prima volta nella storia europea.

Fonti: il Post, El Pais, The Guardian, Huffington Post

Spagna
(Foto: Reuters / Vincent West)
La manifestazione per lo sciopero generale a Bilbao, Spagna. I manifestanti tengono uno striscione con scritto: "Non state tagliando solo stipendi, state tagliando diritti".
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +4
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci