• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Valentina Beli | 14.11.2012 13:37 CET

Dalla televisione alla politica il passo è breve. Almeno per l'ex gf Rocco Casalino, pronto a rinunciare alle telecamere per fare qualcosa per la Regione Lombardia. "Basta stare a guardare e lamentarsi -dice in un video postato da lui stesso su facebook- è tempo di fare qualcosa".

Seguici su Facebook

"Sono Rocco Casilno, ingegnere elettronico e giornalista. E' da un anno che sono iscritto al MoVimento, ma è da oltre 10 anni che seguo Grillo in tutto il suo percorso. Non mi sono iscritto da subito perché lavorando come giornalista ho sempre pensato che non fosse opportuno iscriversi a partiti o movimenti. Ma adesso non è più tempo di stare a guardare. Criticare senza fare nulla. Qualcosa bisogna fare".

Poi affila le armi mettendo in mostra il suo lato migliore: "Penso di poter essere utile al movimento avendo molta facilità nel parlare con la gente, nel convincerla a passare dalla nostra parte. Conosco profondamente i problemi di questa regione avendo condotto per tanti anni un programma al mattino e aver fatto delle inchieste sul territorio. Sarò ovviamente un portavoce quindi rappresenterò le idee del moVimento. Ma è giusto che conosciate anche le mie idee".

Non rinuncia quindi ad esprimere il suo punto di vista, un po' sommario ad onor del vero, complice forse la brevità del video: "Credo che in Lombardia ci debba essre una Sanità diversa. Formigoni un ottimo incantatore ma la Sanità è in condizioni peggiori di quanto si voglia far credere. C'è una cementificazione selvaggia e mancanza di verde. Dobbiamo già tenere gli occhi bene aperti in vista dell'expo 2015. sarà necessario adottare inoltre misure contro l'inquinamento mentre a  livello sociale occorre più integrazione e meno senso di solitudine. Nel caso dovessi essere eletto -qui scatta la promessa- mi decurterei una parte dello stipendio e farei solo il consigliere".

Poi l'appello: "Giudicatemi per quello che dico e sono adesso. Non per quello che ho fatto 13 anni fa".

Il post impietoso di un utente del social: "Casalino sta a Grillo come la Minetti sta a Berlusconi".  

 

LEGGI ANCHE:

La figlia di Grillo segnalata per cocaina 

La legge di stabilità distingue tra figli e figliastri 

Minacce di morte per Renata Polverini

Grillo diffida Biolè: revocato il permesso di usare nome e simbolo 

 

Beppe Grillo
(Foto: Reuters / )
Gli attivisti non potranno più licenziare gli eletti. E intanto continua la lotta tra fedelissimi e eretici
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia citata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci