• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Arianna Adamo | 14.11.2012 16:06 CET

Il Tevere sta mettendo a dura prova i cittadini romani e non solo. La piena del fiume e di altri corsi d'acqua seguita alle forti piogge degli ultimi giorni hanno provocato esondazioni e allagamenti fra il Lazio e la Toscana. Nella Capitale, comunque, il livello del fiume resterà sotto controllo.

Seguici su Facebook

"C'è la massima allerta perché e' la piena più significativa degli ultimi tempi, ancora piu' del 2008. Questo pero' e' il limite massimo e tra le 15 e le 18 ci sarà la massima allerta. Noi ringraziamo la Regione per il lavoro di monitoraggio del Tevere" ha affermato il sindaco di Roma Gianni Alemanno. Il Tevere e l'Aniene, il secondo fiume della Capitale, stanno comunque creando problemi alla viabilità nelle zone periferiche di Roma, lungo la via Salaria, la via Flaminia, Prati Fiscali, dove il rigurgito di acqua dai tombini ha provocato allagamenti di numerosi sottopassaggi e scantinati. In merito ai disagi al traffico a Roma Nord il sindaco ha spiegato: "Purtroppo è la zona più fragile di Roma sotto il profilo idrografico perché è dove convergono l'Aniene e il Tevere. I barconi? Quelli che si sono mossi è perché sono stati travolti da detriti come i tronchi trascinati dalla piena".

Secondo la Protezione civile e gli altri enti interessati dall'emergenza, la piena del Tevere non andrà oltre i 13,5 metri a Ripetta (stamattina alle 8,30, dice il Comune, segnava 12,72 metri) con eventuali variazioni non significative ai fini della sicurezza idraulica. Il Tevere, comunque, secondo quanto precisa la Protezione Civile, non è ancora esondato: si sono verificati solo alcuni rigurgiti in alcuni punti, alle porte di Roma, al passaggio dell'onda di piena a causa del rialzo idrometrico del fiume. La Regione raccomanda a chi abita nelle zone vicine ai corsi d'acqua "di osservare la massima cautela e prudenza nell'impegnare locali interrati e/o al di sotto del livello stradale che potrebbero risentire dei fenomeni di rigurgito".

Presso la Regione Lazio è stata attivata, inoltre, una unità di crisi con lo scopo di gestire le eventuali criticità che potrebbero verificarsi appunto in conseguenza dei fenomeni di rigurgito del reticolo fognario legati all'innalzamento idrografico del Tevere, nelle zone più depresse a ridosso del fiume. Zone che sono monitorate dalla protezione civile di Roma Capitale e dalla Polizia locale di Roma Capitale coordinati dalla Direzione regionale della Protezione civile del Lazio e, per quanto concerne gli interventi tecnici urgenti, dai Vigili del Fuoco di Roma.

Tevere, allerta tra le 15 e le 18 di oggi
(Foto: Reuters / Max Rossi)
Alemanno: “E' la piena piu' significativa degli ultimi tempi,”
This article is copyrighted by International Business Times.
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

Più popolari

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci