• Share
  • OkNotizie
  • +1
  • 0

Di Claudio Forleo | 14.11.2012 17:58 CET

E' vero che i francesi non ci amano (sentimento contraccambiato da molti italiani), ma nessuno avrebbe mai immaginato che sarebbero andati a colpire la Nutella, di cui tra l'altro sono ghiotti: primi consumatori al mondo (75mila tonnellate all'anno) davanti a Germania e Italia (50mila tonnellate).

Seguici su Facebook

La scusa ufficiale del governo francese è quella di frenare l'obesità, ma l'obiettivo principale è in realtà fare cassa. Il Senato francese è chiamato oggi a pronunciarsi sull'emendamento votato la scorsa settimana in Commissione che prevede l'aumento del 300% della tassa sull'olio di palma, uno degli ingredienti principali contenuti nella crema spalmabile venduta dall'azienda Ferrero.

Il sostenitore di questa norma, che in Francia ha fatto aprire un dibattito su scala nazionale,è il rappresentante del Partito Socialista Yves Daudigny. Secondo il senatore, che fa parte dello stesso partito del Presidente della Repubblica Francois Hollande, l'olio di palma avrebbe due grandi difetti. E' contenuto in tanti alimenti considerati "spazzatura" come maionese, gelato e patatine fritte. "La sovrattassa sull'olio di palma è un segnale alle industrie agroalimentari, perché sostituiscano questo ingrediente con altre sostanze meno dannose. E' usato molto, perché costa poco, ma è troppo ricco di grassi saturi che sono nocivi per la salute" ha dichiarato.

Inoltre la sua produzione comporterebbe la deforestazione di grandi aree in Malesia e Indonesia.  Salta subito all'occhio che a spingere il senatore non è una causa ecologista. La tassa porterebbe nelle esangui casse dello Stato (il deficit pubblico sfiora i venti miliardi di euro) un discreto gettito: 300 euro per ogni tonnellata, vale a dire circa trenta milioni di euro solo in Francia. Un colpo anche per l'azienda italiana che genera nel Paese transalpino un settimo dei suoi proventi. Ferrero punta i piedi, forte del sostegno di una parte dell'opinione pubblica.

La Nutella può contare uno sponsor d'eccezione in Les Echos, il principale giornale economico del Paese.  "L'olio di palma non è assolutamente tossico, ma in grandi quantità, può favorire le malattie cardio-vascolari a causa del suo tenore di acidi grassi saturati - evidenzia il quotidiano francese - Nutella è partita all'assalto della Francia negli anni '60 e il successo è stato rapido. Ferrero 'pesa' più di 18 miliardi di dollari, più di Silvio Berlusconi".

Francia
(Foto: Reuters/Charles Platiau / )
French (L) and European flags are displayed during a news conference at the Hotel Matignon in Paris.
© International Business Times: riproduzione permessa purché sia linkata la fonte
  • Valuta questo articolo
  • +1
  • 0

Partecipa alla discussione

IBTimes TV

Condividi

 Media Kit
Media Kit
Strumenti
Topics
Archivi
TV
Aggiornamenti
RSS
Twitter
Facebook
Edizione Italia
Team
Contattaci